Me

Chi sono e quanto guadagnano gli chef più ricchi d’Italia: la classifica

Immagine di copertina
Carlo Cracco e Antonino Cannavacciuolo

La società di consulenza Pambianco Strategia d’Impresa ha stilato la classifica dei 10 chef più ricchi d’Italia, basandosi sul fatturato generato nel 2017.

Al primo posto ci sono i fratelli Cerea: incassi pari a 17,9 milioni di euro, 3,5 per cento di crescita nel corso dell’anno.

In seconda posizione, con 13,4 milioni di fatturato, si piazzano fratelli Massimiliano e Raffaele Alajmo.

Al terzo posto della graduatoria c’è invece Antonino Cannavacciuolo: 9,9 milioni di euro e una crescita del 25 per cento, seguito da Carlo Cracco, quarto con 8,1 milioni di euro e una crescita dell’11,6 per cento.

Ecco la classifica completa:

  1. Fratelli Cerea – I guadagni della famiglia provengono da diverse attività: ristoranti in Italia e all’estero, ma anche una pasticceria, un’azienda di catering, libri e una scuola di cucina.
  2. Fratelli Alajmo – 13,4 milioni di fatturato e una crescita del 18 per cento. I ristoranti si trovano a Milano, Venezia e Parigi.
  3. Antonino Cannavacciuolo – Ha fondato insieme alla moglie la società Capri. I guadagni, però, derivano anche dai programmi televisivi a cui partecipa lo chef e dai libri pubblicati
  4. Carlo Cracco – Nonostante abbia perso una stella nell’ultima guida Michelin, Carlo Cracco genera un fatturato molto alto, anche grazie alle numerose apparizioni televisive e agli spot pubblicitari
  5. Enrico Bartolini – 6,1 milioni di fatturato e una crescita del 30 per cento. Sono molti i suoi ristoranti, in particolare nel Nord Italia
  6. Giancarlo Perbellini – Con 5,3 milioni di fatturato, a occupare la sesta piazza c’è Giancarlo Perbellini: ristoranti e un hotel alla base del suo successo
  7. Massimo Bottura – 5 milioni di fatturato per quello che è forse lo chef italiano più noto nel mondo
  8. Andrea Berton – Ottavo è Andrea Berton, con i suoi molti ristoranti a Milano
  9. Niko Romito – 4,6 milioni di fatturato e una crescita del 10,5 per cento. Romito ha un ristorante a Castel di Sangro e gestisce una scuola di formazione.
  10. Famiglia Iaccarino – Al decimo posto c’è la famiglia Iaccarino: 2,5 milioni di fatturato e una crescita del 2,8 per cento.

Leggi anche: Guida Michelin 2019