Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Orrore ad Aosta: madre uccide i due figli con un’iniezione letale e si toglie la vita

La donna avrebbe lasciato due lettere: a scoprire i tre cadaveri è stato il marito

Immagine di copertina

Ad Aymavilles, un paese a pochi chilometri da Aosta, una donna di 48 anni ha ucciso i figli di 7 e 9 anni e si è tolta la vita.  Marisa Charrère, questo il nome della madre, secondo i primi rilievi della polizia avrebbe praticato ai due bambini un’iniezione letale con un cocktail di farmaci.

I due omicidi e il suicidio sono avvenuti nella notte tra giovedì 15 e venerdì 16 novembre 2018.

La donna lavorava come infermiera nel reparto di cardiologia dell’ospedale di Aosta e avrebbe preso i farmaci letali sul luogo di lavoro.

Ad avvertire la polizia è stato il marito,Osvaldo Empereur, una guardia forestale, che rincasando ha trovato i tre corpi senza vita. All’interno dell’abitazione la donna ha lasciato due lettere in cui, secondo quanto si apprende, parlava del peso insopportabile della vita.

Sul posto è arrivato il pubblico ministero aostano Carlo Introvigne, che in giornata conferirà al medico legale l’incarico per le autopsie.

Notizia in aggiornamento