Me

Legano l’amico e gli fanno due clisteri di lassativo: due 17enni accusati di violenza sessuale

Hanno architettato uno scherzo nel giorno del 18esimo compleanno dell'amico, che, però, al termine della bravata si è sentito male. I genitori hanno sporto denuncia e ora i due ragazzi davanti alla procura competente dovranno rispondere di violenza sessuale

Immagine di copertina
17enni accusati di violenza sessuale per aver fatto due clisteri di lassativo a un amico.

Un ragazzo di 18 anni è stato prima braccato, poi legato e costretto a subire due clisteri di lassativo per via anale, a causa dei quali ha accusato un malore. I responsabili del gesto, suoi compagni di classe, sono stati accusati di violenza sessuale.

Il fatto è accaduto nella primavera scorsa, a Faenza. Protagonisti sono un gruppo di amici e l’occasione dello “scherzo” è stata la festa del 18esimo compleanno proprio della vittima. Quella che per gli altri ragazzi poteva sembrare una innocua bravata, per il neo 18enne è stato un vero e proprio incubo.

Lo scherzo, che era stato anche organizzato dagli amici del 18enne, si è rivelato tutt’altro che divertente. Quando il ragazzo si è sentito male, i genitori l’hanno soccorso per poi decidere di sporgere denuncia nei confronti dei ragazzi responsabili di un gesto tanto di cattivo gusto quanto pericoloso per la salute del 18enne.

Due di loro sono ancora minorenni e l’accusa che pende sulle loro teste è quella di violenza sessuale. Un terzo ragazzo coinvolto, l’unico maggiorenne, non aveva preso parte a quella pessima bravata, e comprendendone la pericolosità, si era ribellato al “gioco” di gruppo. Per questo la procura competente ha deciso di archiviare il suo caso.

Tutto è successo a maggio scorso. La giovane vittima, sul finire della sua festa di compleanno, si era lasciato convincere dai suoi amici a partecipare al gioco e così si era fatto legare le mani dietro la schiena. Non aveva minimamente idea di quello che sarebbe successo dopo. I suoi coetanei lo hanno fatto distendere a terra e hanno continuato il loro perfido scherzo.

In quel momento gli hanno fatto due clisteri di lassativo infilati nell’ano, per costringerlo ad andare in bagno. Ma lo stupido scherzo non è finito qui. Infatti la carta igienica messa a disposizione dagli amici era impregnata di peperoncino. A causa di tutto ciò il 18enne ha accusato un malore, ma non soltanto. La bravata ha avuto anche ripercussioni psicologiche nel ragazzo che si è visto costretto a rivolgersi a uno specialista. Intanto gli artefici del gesto sono stati invitati a cambiare classe.