Me

Referendum 11 novembre 2018: tessera elettorale

Immagine di copertina

Tessera elettorale | I cittadini italiani maggiorenni che vogliono esercitare il proprio diritto di voto devono essere in possesso della tessera elettorale. Istituita con la legge 30 aprile 1999, n. 120, ha sostituito il “vecchio” certificato elettorale ed è valida per 18 consultazioni, essendo costituita di altrettanti spazi riservati ai timbri.

Gli elettori di Roma Capitale hanno ricevuto la tessera, per la prima volta, in occasione delle consultazioni elettorali dell’anno 2001.

Con la tessera elettorale è possibile votare presso la sezione elettorale di appartenenza, esibendola insieme a un documento di riconoscimento. È necessario controllare per tempo, in previsione di una consultazione elettorale, se si hanno abbastanza spazi per apporre i timbri.

Nel caso del referendum Atac a Roma dell’11 novembre, gli elettori devono presentare la tessera elettorale ma non ricevono alcun timbro sulla stessa, a differenza delle altre tornate elettorali.

Come ci si iscrive alle liste elettorali e come si ottiene la tessera?

I cittadini italiani al compimento del 18° anno di età vengono automaticamente iscritti nelle liste elettorali. L’Ufficio Elettorale provvede alla spedizione della tessera direttamente presso la loro abitazione.

Se l’elettore non riceve la tessera presso il suo domicilio può recarsi all’Ufficio Elettorale o l’ufficio demografico e ritirarla presentando un documento di riconoscimento.

Gli elettori residenti all’estero: ritirano la tessera presso il comune di iscrizione elettorale in occasione della prima consultazione utile.

La tessera elettorale può essere consegnata solo all’intestatario o ad un suo familiare convivente munito di delega scritta in carta semplice accompagnata dall’originale del documento dell’intestatario delegante.

La tessera elettorale è gratuita.

In occasione di consultazioni elettorali sono attivate aperture straordinarie pomeridiane anche prefestive e festive con orari che saranno pubblicizzati al momento.

Cosa fare nel caso in cui finiscono gli spazi disponibili per i timbri elettorali?

È possibile richiedere una nuova tessera elettorale, previa esibizione della vecchia tessera con gli spazi esauriti. Il rilascio della nuova tessera è immediato.

Nel caso di variazione del locale di votazione e/o della sezione elettorale, sarà l’Ufficio Elettorale a curare gli aggiornamenti della tessera trasmettendo per posta un tagliando adesivo con le variazioni da applicare nell’apposito spazio.

Se l’elettore trasferisce la propria residenza da un Comune ad un altro, sarà il Comune di nuova iscrizione nelle liste elettorali a consegnare al cittadino una nuova tessera, previo ritiro di quella rilasciata dal Comune della precedente residenza.

Cosa fare nel caso in cui caso di smarrimento o deterioramento?

L’elettore può richiedere un duplicato, previa autocertificazione, senza necessità di denuncia all’Autorità competente. Nel caso di deterioramento della tessera l’elettore può invece richiedere un duplicato previa riconsegna della tessera deteriorata