Me

Video hot al cimitero: il sindaco licenzia il suo vice e rischia di perdere la maggioranza

Caos a Palestrina, citta in provincia di Roma, dove il primo cittadino Adolfo de Angelis ha licenziato il suo vice, Manuel Magliocchetti, a seguito delle polemiche sorte da un video horror girato nel cimitero comunale.

Immagine di copertina
Credit: Fb Umberto Croppi

Un video horror girato, a pochi giorni dalla festa di Halloween, nel cimitero comunale di Palestrina. Poi, il sindaco Adolfo de Angelis che licenzia l’assessore e vice sindaco Manuel Magliocchetti, suo rivale alle prossime elezioni, rischiando di perdere la maggioranza nella giunta comunale. Infine, i cittadini che protestano e che prendono le parti dell’uno o dell’altro.

Nel comune in provincia di Roma, le ultime settimane dell’agenda politica sono state movimentate. Il casus belli che ha portato il primo cittadino a licenziare il suo vice Magliocchetti è stato un video girato nel cimitero comunale durante l’orario di apertura del pomeriggio, il 21 ottobre 2018, che avrebbe impedito ai cittadini di entrare e sarebbe stato considerato di cattivo gusto.

Nelle immagini che circolano delle riprese, si vedono alcune donne travestite, un uomo vestito da Papa e una bara bianca.

Secondo quanto affermato in un’intervista dal primo cittadino, non esiste alcuna autorizzazione scritta alle riprese mentre esiste un’email inviata al vice sindaco e a un funzionario in cui si richiedevano le autorizzazioni per potere girare lo spot.

“Ci sono le testimonianze di tutte le persone coinvolte, che sono al vaglio del comandante della Polizia locale, a cui ho dato mandato subito dopo quei fatti per ricostruire la vicenda e capire se si configurano violazioni, più o meno gravi. Una su tutte: il decreto del 25 maggio sulla privacy prevede sanzioni fino a 5 milioni di euro per chi lo viola, e la ‘fede dell’individuo’ è uno dei dati sensibili che vanno tutelati”, ha dichiarato il primo cittadino.

Licenziato, Manuel Magnocchetti ha confermato che non era stata rilasciata alcuna autorizzazione ma si è detto indignato della scelta del sindaco: “Con stupore mi è stato notificato il decreto del Sindaco, Adolfo De Angelis, con il quale sono stato sollevato dalla carica di assessore e Vice Sindaco. In questi 5 anni ho sempre collaborato con la massima onestà morale e intellettuale nei confronti del Sindaco, della giunta, del Consiglio comunale e soprattutto verso tutti i cittadini di Palestrina”.

“Sono rammaricato per il modo con cui il Sindaco ha fatto questa scelta; senza essersi mai confrontato con me nè tanto meno con la coalizione che governa la Città di Palestrina. Spero che questa sua decisione non trovi giustificazione nella questione “Cimitero di Palestrina”, in quanto non è stata rilasciata alcuna autorizzazione per girare riprese all’interno del Cimitero stesso”, ha aggiunto.

Con l’allontanamento di Magliocchetti, membro della lista Palestrina Popolare, il sindaco rischia di perdere la maggioranza.

“Non mi interessa. Siamo chiamati ad amministrare la città per il bene comune, non per noi stessi. Di sicuro non si poteva più andare avanti in questo modo, con un assessore e vice sindaco che, oltre a non aver fatto niente, aveva fatto venire meno le condizioni di fiducia e di rispetto. Incontrerò i vari gruppi presenti in Consiglio per capire se esistono i numeri per andare avanti e, al di là delle posizioni, portare a compimento alcune opere importanti per la città. Se ciò accadrà farò un rimpasto in Giunta e continueremo a lavorare, in caso contrario ci fermeremo e aspetteremo primavera per le nuove elezioni”, ha sottolineato il primo cittadino.