Me

Una madre ha ucciso i figli nel sonno: “Il padre abusava di loro, volevo salvarli”

La donna aveva cercato di togliere all'ex marito la custodia dei figli e lo aveva accusato di abusi sessuali

Immagine di copertina
La donna voleva salvare i figli dagli abusi del padre

Una donna ha ucciso a colpi di pistola i suoi due figli a colpi di pistola e ha ferito la terzogenita, riuscita a salvarsi scappando, nello stato dell’Oklahoma, negli Stati Uniti.

“Volevo salvarli dal padre, meglio morti che con lui”. È stata questa la giustificazione fornita dalla donna agli inquirenti, che aveva intenzione di togliersi la vita dopo aver ucciso i figli.

Amy Hall, 38 anni, è stata arrestata dalla polizia di Okmulgee dopo che la figlia sopravvissuta ha allertato le forze dell’ordine.

La donna, sulla base della ricostruzione formulata dall’accusa, ha aspettato che i figli dormissero per estrarre la pistola da lei custodita in casa e colpire a morte i tre figli. Uno di loro però si è svegliato in tempo per rendersi conto di quanto stava accadendo e fuggire.

La stessa ragazza ha poi chiamato la polizia per denunciare quanto accaduto. I suoi due fratelli, il 18enne Kayson Toliver e la sedicenne Kloee, invece non ce l’hanno fatta. La madre ha sparato ad entrambi un colpo in testa da distanza ravvicinata mentre erano nella loro stanza.

I soccorsi medici sopraggiunti sul posto non sono stati in grado di salvare nessuno dei due, anche se Klooe è stata trasportata in un primo momento in ospedale e tenuta in vita dalle macchine. In seguito anche lei è deceduta a causa della gravità delle ferite riportate.

L’unica sopravvissuta alla strage è la 14enne, che era riuscita a scappare e a chiamare i soccorsi mentre la madre cercava di allontanarsi dalla scenda del crimine. La 38enne è stata inseguita dagli agenti e arrestata.

La donna si sarebbe poi giustificata davanti agli inquirenti affermando che il suo ex marito aveva abusato più volte sessualmente dei figli.

“Una parte di me pensava che li stavo salvando” avrebbe affermato la donna, che da tempo aveva cercato di togliere la custodia dei figli all’ex marito, che l’accusava di essere mentalmente instabile.