Me

Bambino di 7 anni vittima di bullismo: “Voglio unirmi a Dio. Voglio morire”

La madre ha sporto denuncia per molestie dopo la confessione scioccante del figlio. Coinvolto anche il fratellino

Immagine di copertina

Ennesimo episodio di bullismo. Questa volta in Francia, dove un bambino di sette anni scoppia in lacrime davanti a un telefono che lo sta riprendendo: Lucas (nome inventato) parla delle botte che lui e il suo fratellino avrebbero ricevuto a scuola da un ragazzino, un ipotetico Julien. Lucas, esasperato, afferma: “Ho detto a mia madre che voglio unirmi a Dio. Voglio morire”.

Bullismo a scuola: cos’è successo

Secondo Le Parisien, i tre bambini sono iscritti alla stessa scuola nell’Aisne, nella regione Alta Francia, e i fatti proseguono da diversi mesi. Una denuncia per molestie è stata presentata dalla madre di Lucas ai carabinieri nell’ottobre 2018. La madre del piccolo, però, si è rifiutata di parlare in pubblico mentre la famiglia di Julien non ha risposto alle domande della stampa.

Le azioni dopo l’episodio di bullismo

La scuola in questione non vuole esprimersi molto sul caso, vista l’età delle vittime e del presunto aggressore. “Tutto quello che posso dire è che le autorità competenti sono state informate”, sostiene la preside. “La mia collega ha fatto il suo lavoro, non possiamo dire che non abbiamo affrontato questa situazione”, afferma un altro funzionario scolastico.

“I genitori della vittima e il presunto colpevole sono già stati ricevuti dalla direzione della scuola, che ha attivato diverse misure adattate all’età dei bambini”, dichiara il rettorato di Amiens, il distretto educativo di cui fanno parte le scuole dell’Aisne. Nessun commento da parte delle forze dell’ordine della zona.

Le reazioni su Internet

Toccati dalla testimonianza di Lucas – il bimbo di sette anni presumibilmente picchiato da un suo compagno – molti utenti sui social si sono indignati. Diversi sono stati i commenti negativi contro la scuola e le persone coinvolte.