Me

Trump attacca un giornalista: “Lei è un nemico del popolo”. Scontro aperto con la Cnn

Duro battibecco tra il presidente e il reporter Jim Acosta, a cui poi è stato anche revocato il pass per la Casa Bianca. La Cnn: "Attacco alla libertà di stampa"

Si è scatenata una dura polemica tra il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, e la Cnn, dopo che il presidente ha duramente attaccato un giornalista dell’emittente tv e dopo che allo stesso reporter è stato anche ritirato il pass di accesso alla Casa Bianca.

La Cnn ha diffuso un comunicato in cui avverte che “gli attacchi alla stampa da parte del presidente Trump hanno passato il segno”.

Durante la conferenza stampa post-elezioni di midterm, Trump ha avuto un aspro battibecco con il cronista, Jim Acosta, che gli aveva rivolto alcune domande relative alla carovana di migranti in arrivo dal Messico.

I toni si sono accesi quando il giornalista ha affermato di non condividere la definizione di “invasione” che il presidente ha attribuito alla carovana.

“Lei è una persona terribile e maleducata: si occupi di Cnn, io gestisco il Paese. Se lei lavora meglio, lavoro meglio anche io”, ha detto Trump ad Acosta. E ancora: “Quando tu pubblichi fake news, e la Cnn ne pubblica un sacco, sei un nemico del popolo”

“Basta. Metta giù il microfono. Lei è un maleducato”, ha aggiunto il presidente.

Dopo il battibecco con Trump, Acosta ha scoperto che il suo accredito stampa alla Casa Bianca gli è stato revocato. “Mi è stato appena impedito di entrare alla Casa Bianca”, ha scritto su Twitter il giornalista.

La portavoce di Trump, Sarah Sanders, ha motivato la revoca del pass con il fatto che Acosta avrebbe messo le mani su una stagista che stava provando a togliergli il microfono: un gesto definito “assolutamente inaccettabile”.

“È una totale mancanza di rispetto anche nei confronti dei colleghi del giornalista non consentire loro di fare domande”, ha dichiarato la portavoce di Trump, Sarah Sanders.

“Gli attacchi alla stampa da parte del presidente Trump non sono solo pericolosi, sono non-americani in maniera inquietante”, ha replicato la Cnn.

“Il presidente Trump non rispetta la libertà di stampa, ma ha giurato di proteggerla. La libertà di stampa è vitale per la democrazia. Sosteniamo Jim Acosta e i colleghi giornalisti ovunque”, si legge nella nota dell’emittente tv.