Me

La frase che avrebbe provocato il divorzio tra il principe Carlo e Lady Diana

Il biografo Andrew Morton nel suo libro "Diana: Her True Story" ha svelato il motivo che ha provocato il divorzio tra l'erede al trono britannico e la "principessa del popolo"

Immagine di copertina
Lady Diana e il principe Carlo. Credit: AFP

Dopo 21 anni dalla morte della principessa Diana è emersa una nuova rivelazione sulla fine del suo matrimonio con il principe  Carlo.

Il biografo Andrew Morton nel suo libro “Diana: Her True Story” ha svelato il motivo che ha provocato il divorzio tra l’erede al trono britannico e la “principessa del popolo”.

Quello che sostiene Morton confermerebbe quello che dichiarò Lady D in un’intervista nel 1991. La principessa aveva infatti dichiarato che la crisi con il marito era iniziata proprio dopo la nascita del secondogenito Harry.

Il principe Carlo quando scoprì il sesso del secondo figlio esclamò: “Oh mio Dio è un maschio”. Secondo Morton questa frase segnò il preludio della fine del matrimonio con Lady Diana.

Quindi il Principe voleva una femmina, ma non solo. Secondo quanto si legge nella biografia di Diana, Carlo ebbe anche da ridire sul colore dei capelli del piccolo Harry: “Ha anche i capelli rossi”.

Andrew Morton scrive che Diana ha cercato di mantenere segreto che Harry fosse un maschio fino ai giorni precedenti la nascita. Questo proprio perché era a conoscenza del desiderio di Carlo di avere una figlia femmina.

Lady Diana

Diana Spencer, nata nel 1961 e figlia del conte di Spencer, ottenne il titolo di Lady nel 1975. Due anni dopo conobbe il principe Carlo, che sposò nel 1981. Il loro matrimonio iniziò a incrinarsi già nel 1985.

Durante la sua vita da consorte dell’erede al trono della Monarchia britannica, la principessa fu molto attiva nell’ambito del sociale e della filantropia, interessandosi a cause umanitarie come l’Aids e la lebbra, e alla campagna anti-mine.

Divenne uno dei personaggi britannici più amati dal popolo e un simbolo della cultura pop degli anni Ottanta e Novanta.

La notte della morte, il 31 agosto di vent’anni fa, Lady Diana e il suo compagno Dodi Al-Fayed, lasciarono l’Hotel Ritz dove si trovavano, per dirigersi in un appartamento di Dodi.

La Mercedes nera su cui viaggiavano si schiantò contro il tredicesimo pilastro del tunnel del Pont de l’Alma a Parigi. Dodi Al-Fayed e l’autista Henri Paul morirono sul colpo, la principessa del Galles morì qualche ora dopo all’ospedale parigino Pitié-Salpêtrière.

Lady Diana aveva soltanto 36 anni.