Me

Milano, si abbassa i pantaloni in treno e prova a violentare una studentessa

Immagine di copertina

È successo nel tardo pomeriggio del 31 ottobre su un treno regionale diretto da Albairate a Milano, a bordo si trovava la vittima, una studentessa italiana di 21 anni e l’aggressore, un egiziano regolare in Italia residente a Milano, coetaneo della ragazza.

Il ragazzo ha approfittato del vagone vuoto per aggredire la studentessa che ha raccontato la vicenda ai carabinieri.

Secondo quanto ha riportato la giovane, una volta partito il treno il ragazzo ha cambiato posto e si è seduto a fianco a lei. Ha preso il cellulare e si è messo a guardare un video porno. Successivamente si è sbottonato i pantaloni e ha iniziato a masturbarsi.

La giovane traumatizzata si allontanata ma è stata inseguita dal suo aggressore che, una volta raggiunta, ha iniziato a palpeggiarla. Riuscita a divincolarsi la ragazza è stata nuovamente bloccata dal ragazzo che ha tentato di abbassarsi i pantaloni.

La 21enne è riuscita a fuggire e, dopo aver attraversato alcuni vagoni vuoti, si è imbattuta in un un passeggero al quale racconta di avere chiesto aiuto, per poi chiamare il 112.

Il giovane egiziano ha tentato la fuga a piedi ma è stato arrestato dai carabinieri vicino alla stazione di Trezzano sul Naviglio, alla fine dell’inseguimento.

Il ragazzo si trova ora al carcere milanese San Vittore.

La Regione Lombardia, ha ricordato l’assessore lombardo alla Sicurezza e Immigrazione, Riccardo De Corato: “ha censito l’indice di pericolosita’ delle linee ferroviarie lombarde, individuando le seguenti come le piu’ pericolose: oltre la linea S9 (Saronno-Seregno-Milano-Albairate), dove e’ avvenuto questo episodio di violenza, la linea S8 (Milano-Carnate-Lecco) e Valtellina, la linea S7 (Lecco-Molteno-Monza-Milano), la Mortara-Milano, la Voghera-Pavia-Milano (episodi del sabato sera), la Domodossola-Arona-Milano, la Milano-Carnate- Bergamo”.