Me

L’amicizia tra uomo e donna non esiste, lo dice la scienza

Uno studio sostiene che l’amicizia tra uomo e donna non può esistere perché l’uomo, pensando continuamente al sesso, fraintende l’atteggiamento della donna. E il motivo ha una ragione evolutiva

Immagine di copertina
Una scena dal film "Harry ti presento Sally". Nel film lui sostiene che: "Uomini e donne non possono essere amici, perché il sesso ci si mette sempre di mezzo"

Un uomo e una donna possono essere solo amici? È una domanda che, prima o poi, ci siamo posti quasi tutti nella vita.

Capita spesso, infatti, di incontrare una persona dell’altro sesso con cui c’è una particolare sintonia, ma con la quale qualsiasi relazione amorosa sembra essere esclusa.

Ma può esistere una vera relazione di sola amicizia tra persone dei due sessi, oppure l’attrazione è sempre lì in agguato, pronta a trasformare il rapporto in qualcosa di più?

Anche la scienza si è posta questa domanda e diversi studiosi hanno provato a rispondere.

Uno degli ultimi studi è quello realizzato nel 2015 dalla Norwegian University of Science and Technology.

Secondo questo studio l’amicizia tra uomo e donna non può esistere.

Il motivo? Alla base c’è un problema comunicativo tra i due sessi. Un gesto banale, come sfiorare una mano, per la donna può rappresentare anche un semplice segnale di amicizia, mentre l’uomo può essere portato a vagliare tutte le ipotesi sessuali possibili.

I ricercatori norvegesi hanno intervistato 308 studenti eterosessuali tra i 18 ei 30 anni, ponendo loro domande sulle loro amicizie, esperienze sessuali ed esperienze con messaggi sociali mal interpretati.

Il risultato è stato che uomini in genere hanno sovra-stimato l’interesse sessuale da parte delle donne, e le partecipanti donne hanno dichiarato che gli uomini hanno frainteso le proprie azioni in media 3,5 volte nell’ultimo anno.

Dal canto loro, le donne hanno segnalato di aver sottostimato l’interesse sessuale da parte degli uomini, anche se in misura inferiore.

Dietro questa tendenza vi sarebbe una raggione evolutiva: i ricercatori norvegesi hanno ipotizzato che gli uomini sovra-stimino l’interesse sessuale per “minimizzare gli errori” di scelta del partner: in altre parole, per riprodursi l’uomo dovrebbe prendere in considerazione qualunque ipotetica occasione.

Altre ricerche hanno sottolineato questo differente approccio tra uomini e donne.

Un altro studio, stavolta risalente al 2012, ha scoperto che gli uomini sono in realtà più portati ad essere sessualmente attratti dalle loro amiche rispetto queste ultime. Inoltre, come nello studio del 2015, erano più propensi a pensare che le loro amiche fossero sessualmente attratte da loro di quanto queste non lo fossero.

Uno studio del 2009, invece, ha sottolineato che i maschi notato maggiormente un flirt (indicatore di interesse sessuale) da parte delle donne più di quanto queste lo notassero negli uomini.

Leggi anche: È possibile essere amici e anche innamorati?