Me

La lettera del fratello di Denise Pipitone per i suoi 18 anni: “Sogno di riabbracciarti presto”

Oggi la bambina scomparsa a Mazara del Vallo nel 2004 avrebbe compiuto 18 anni. Il fratello maggiore Kevin la ricorda con delle parole emozionanti

Immagine di copertina
La piccola Denise Pipitone, scomparsa il primo settembre del 2004 da Mazara del Vallo (Trapani).

Oggi Denise Pipitone, la bambina di Mazara del Vallo scomparsa il 1 settemrbe del 2004, avrebbe compiuto 18 anni. Genitori e familiari dopo 14 anni non si sono ancora rassegnati e continuano a cercarla.

Sul sito creato da Piera Maggio, la mamma di Denise, cerchiamodenise.it, è comparsa una lunga lettera del fratello maggiore della piccola scomparsa, Kevin.

“Mi fa male ancora oggi doverti scrivere delle frasi piuttosto che dirtele di presenza ma purtroppo è cosi. Sono passati 14 anni da l’ultima volta che ci siamo visti, la tua immagine è dentro me, rimane ancora quella di una bambina, ma in realtà non è più così, visto che oggi compi 18 anni”, scrive Kevin.

“Quanto mi sarebbe piaciuto poterti stringere forte a me, oppure viziarti e coccolarti come solo un fartello maggiore avrebbe potuto fare, ma il destino c’è stato avverso o per meglio dire qualcuno ha modificato il corso delle nostre vite”, si legge ancora.

Anche Kevin continua a credere e sperare che la sorellina sia ancora viva: “Spero che ovunque tu sia, cercherai di passare al meglio questa giornata, anche sé non credo che ti ricorderai il giorno del tuo compleanno. Pensandoti, mi vengono in mente  bellissimi ricordi, come quando cercavi di svegliarmi la mattina presto, oppure quando prima di andare a scuola, obbligatoriamente mi dovevi dare un bacio sulla guancia e guai se uscivo di casa senza salutarti”.

I ricordi di due bambini si susseguono nella lettera e non possono che commuovere chi legge: “Ti ricordi quando giocavamo con gli hamtaro, quei pupazzi a forma di criceto? O come quelle volte che mi difendevi dalla mamma quando magari combinavo qualcosa! Spero col cuore che ovunque tu sia,  hai delle persone accanto che ti vogliono bene e che non ti facciano soffrire e spero anche che tu possa trascorrere una vita il più possibile tranquilla con qualche ricordo di noi”.

La forza per continuare ad andare avanti in una vita in cui l’assenza di Denise è grande a Kevin la dà proprio Piera Maggio, quella donna coraggio che da 13 anni non smette di crederci: “In questi anni dalla tua assenza, solo una persona mi ha sempre dato la speranza che tutto ciò un giorno potesse finire, ed è nostra madre. La sua forza e determinazione hanno fatto si, che tu non passassi nel dimenticatoio e che le persone che ti hanno sequestrata vedessero ogni giorno il tuo viso da tutte le fonti di divulgazione in giro per il mondo, al fine di non dimenticare il crimine da loro commesso”.

“Dal giorno che sei scomparsa ad oggi, ha lottato con tutte le sue forze, affinché potesse emergere la verità e potesse cosi riabbracciarti. Lei non si è mai arresa, cosi come tutti noi, finché respireremo vivremo con la speranza di un tuo ritorno a casa”, continua ancora il fratello maggiore di Denise.

E poi il desiderio finale: “Il giorno del tuo compleanno esprimerò un grande desiderio, quello che é sempre stato, con la forte speranza che si avveri il prima possibile, voglio riabbracciarti Denise, averti accanto per la vita e vivere insieme con la medesima complicità fraterna che avevamo da piccoli”.