Me

Come legge un dislessico? L’homepage speciale di Repubblica.it

Le iniziative per la Settimana nazionale della dislessia

Immagine di copertina

Come legge un dislessico | L’homepage speciale di Repubblica.it | Settimana nazionale della dislessia

Come legge un dislessico? Cosa vede? Quali lettere e quali numeri? L’iniziativa è di Repubblica.it e arriva in occasione della Settimana nazionale della dislessia. Il sito del quotidiano mostra come una persona affetta veda un testo, in questo caso un sito di informazione: un modo per avvicinarsi ai DSA (Disturbi specifici dell’apprendimento) e saperne di più

Come legge un dislessico

L’iniziativa di Repubblica

Come legge un dislessico | Come vede un dislessico le lettere e i numeri

Ed ecco come appare l’homepage di Repubblica.it:

Settimana nazionale della dislessia | Cosa è e cosa vuol dire essere dislessico

Dall’1 al 7 di ottobre 2018 AID (Associazione Italiana Dislessia) organizza la terza edizione della Settimana Nazionale della Dislessia, in concomitanza con la European Dyslexia Awareness Week, promossa dalla European Dyslexia Association (EDA).

L’iniziativa prevede un articolato programma di eventi di informazione e sensibilizzazione, su tutto il territorio nazionale, organizzati a livello locale da oltre 1.000 volontari, di oltre 80 sezioni AID, in collaborazione con 300 istituzioni tra enti pubblici e istituti scolastici.

Filo conduttore della manifestazione di quest’anno la sinergia di due elementi fondamentali nella visione dell’Associazione, sin dalla sua fondazione: il potenziale e la collaborazione. Ogni persona ha una propria unicità: è importante cooperare per imparare a valorizzare il potenziale di ciascuno, al di là delle difficoltà.

Questo punto di vista diventa cruciale quando ci si relaziona con persone con DSA, siano essi bambini, ragazzi o adulti. Le difficoltà non sono infatti invalicabili: cambiando strategie d’apprendimento o metodologie di lavoro è possibile valorizzare il potenziale di ognuno di loro.

Per far sì che ogni persona con DSA riesca ad esprimere il proprio potenziale, è necessaria la collaborazione di tutti i soggetti interessati: genitori, studenti, docenti, specialisti del settore sanitario, università e datori di lavoro.

Con la Settimana Nazionale della Dislessia 2018 AID si pone quindi l’obiettivo di includere nella riflessione sui DSA anche gli adulti, aprendosi a temi come l’accesso al mondo universitario, l’inserimento lavorativo e tutte le questioni che concernono il passaggio all’età adulta.

Cos’è la dislessia | Disturbi specifici dell’apprendimento | DSA

Scrive l’AID sul proprio sito che i DSA (Disturbi specifici dell’apprendimento) sono disturbi del neurosviluppo che riguardano la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto e fluente che si manifestano con l’inizio della scolarizzazione.

In base al tipo di difficoltà specifica che comportano, i DSA si dividono in:

  • dislessia – disturbo specifico della lettura che si manifesta con una difficoltà nella decodifica del testo;
  • disortografia – disturbo specifico della scrittura che si manifesta con difficoltà nella competenza ortografica e nella competenza fonografica;
  • disgrafia – disturbo specifico della grafia che si manifesta con una difficoltà nell’abilità motoria della scrittura;
  • discalculia – disturbo specifico dell’abilità di numero e di calcolo che si manifesta con una difficoltà nel comprendere e operare con i numeri

Questi disturbi dipendono dalle diverse modalità di funzionamento delle reti neuronali coinvolte nei processi di lettura, scrittura e calcolo. Non sono causati né da un deficit di intelligenza né da problemi ambientali o psicologici o da deficit sensoriali.