Me

WhatsApp crea “Vacation mode”, per liberarsi delle notifiche e nascondere le chat segrete

Immagine di copertina

La famosa piattaforma di messaggistica WhatsApp ha in serbo una novità per i suoi tanti utenti che cercano un po’ di pace e tranquillità dalle notifiche insistenti che, a lungo andare, possono risultare moleste.

Si tratta di una versione beta, secondo quanto riportato dal sito WABetaInfo, che prende il nome di Vacation Mode, che permette di liberarsi delle notifiche e chat quando si è in vacanza, come suggerisce il nome, o quando si desidera non essere disturbati.

Fino ad oggi, WhatsApp permetteva di silenziare le singole chat, ma con la versione beta è possibile impostare il cellulare in modo tale che l’app non si illumini con notifiche e pop-up dei messaggi non letti.

Tutte le notifiche, quindi, resteranno nascoste, rendendo impossibile per chiunque disturbare chi decide di godersi un po’ di tranquillità.

Con la modalità Vacation Mode è possibile decidere quali chat silenziare e quali no, permettendo al cellulare di mostrarci solo le notifiche dei messaggi che non si vuole perdere, attuando così una cernita tra gli utenti con cui si vuole rimanere in contatto e quelli che si preferisce “bloccare” per un po’.

La nuova funzione ha anche altri vantaggi e sembra favorire chi ha qualcosa da nascondere tra le chat presenti sul suo dispositivo e che preferisce rimangano ben segrete.

Con la modalità Vacationè quindi possibile aumentare la propria privacy, facendo sì che non tutti possano vedere messaggi che preferiamo rimangano tra noi e chi li  invia.

Per tornare alla modalità normale, basta disattivare l’opzione e tutti le chat non consegnate spunteranno per la prima volta.

Solo alcuni giorni fa, Facebook Messenger ha annunciato l’intenzione di introdurre una funzione che già esiste su WhtasApp: la cancellazione dei messaggi già inviati entro un’ora dall’invio.

Una funzione del genere era già presente su Messenger, ma a poterla usare erano solo Mark Zuckerberg e gli altri dirigenti di Facebook che la imoiegavano per nascondere le loro chat private.