Me

“Aiuto venite subito!”: anziana chiama i carabinieri perché si sente sola

La donna ha offerto ai militare un caffè. Loro si sono seduti e hanno ascoltato il racconto della sua vita

Immagine di copertina

“Ho bisogno di aiuto venite subito”. Era una chiamata come tante quella ricevuta dai carabinieri di San Lazzaro di Savena, in provincia di Bologna, ma dietro la richiesta di soccorso – in realtà – si nascondeva “soltanto” la solitudine di un’anziana signora.

A telefonare al 112 infatti è stata una donna di 86 anni, originaria di Ancona, che vive nella cittadina del bolognese.

Quando i carabinieri sono arrivati hanno capito subito che l’anziana signora non era in pericolo. Si sentiva semplicemente sola perché il figlio era via da qualche giorno.

L’anziana li ha accolti preparandogli caffè e biscotti e i militari sono rimasti un po’ con lei per farle compagnia. Un gesto che la donna ha apprezzato molto, tanto da aprirsi e cominciare a raccontare pezzi della sua vita.

È partita dal periodo della sua infanzia, degli stenti vissuti durante la Seconda guerra mondiale e infine ha raccontato del marito, che non c’è più.

Dopo aver ascoltato la signora i carabinieri hanno contattato il figlio e l’uomo è tornato a casa per tranquillizzare la madre.

Non è stata la prima anziana sola a chiamare i carabinieri

Il fatto che un anziano solo chiami un numero di soccorso non è così raro. Tra i casi più recenti riportati dalla cronaca c’è quello di un’anziana di Cremona che nel luglio 2018 chiamò i carabinieri per lo stesso motivo: solitudine.

Al telefono la donna aveva denunciato la presenza in casa di ladri. Ma all’arrivo dei militari scoppiò in lacrime e confessò che non era vero.

La pensionata, vedova di 81 anni, spiegò di essere vedova e che non incontrava da tanto tempo i figli perché vivono lontani. Anche in quel caso i carabinieri rimasero a fare un po’ di compagnia alla donna. Le comprarono un gelato e le promisero di tornare a trovarla.

Campagna regione lazio