Me

Un europarlamentare della Lega si è tolto una scarpa e ha pestato la lettera Ue che boccia la Manovra | VIDEO

Il gesto è di Angelo Ciocca, deputato della Lega al Parlamento europeo, che scrive su Twitter: "L'Italia merita rispetto. Non abbassiamo più la testa"

Angelo Ciocca, deputato della Lega al parlamento Europeo ha calpestato la lettera con cui la Commissione europea ha bocciato la Manovra.

“A Strasburgo, ho calpestato (con una suola Made in Italy!!!) la montagna di bugie che Moskovici ha scritto contro il Nostro Paese!!! L’Italia merita RISPETTO e questi EuroImbecilli lo devono capire, non abbassiamo più la testa!!! Ho fatto bene???!”, ha scritto Ciocca su Twitter.

Ciocca si avvicina al tavolo della conferenza degli oratori, prende i fogli della relazione del Commissario agli affari economici Pierre Moscovici e vi poggia sopra una scarpa. Infine porge la sua mano a Moscovici, che non ricambia il gesto, lo guarda e se ne va.

Oggi, martedì 23 ottobre, la Commissione europea ha bocciato il testo della Legge di Bilancio presentata dall’Italia perché “il governo italiano sta apertamente e deliberatamente andando contro gli impegni che aveva preso”. (qui cos’è la legge di bilancio)

Secondo la Commissione, la manovra del governo configura una “inadempienza particolare grave rispetto alle regole Ue”, ha detto il vicepresidente responsabile per l’euro, Valdis Dombrovskis. “Per la prima volta al Commissione è obbligata a richiedere a un paese dell’area euro di rivedere il suo documento programmatico di bilancio. Ma non vediamo alternativa”.

“Se il governo non modificherà il documento programmatico di bilancio per rispettare le regole europee, la Commissione potrebbe aprire una procedura per deficit eccessivo per violazione della regola del debito”.

Matteo Salvini ha postato su Twitter una sua foto sorridente: sottopancia la scritta ‘squadra Italia’ sullo sfondo della bandiera italiana. “Noi andiamo avanti con il sorriso, ce lo chiedono gli italiani. Siamo convinti di essere nel giusto”, ha scritto il ministro dell’Interno dopo la bocciatura Ue alla manovra.

“Non ci arrendiamo. Sappiamo che stiamo percorrendo la strada giusta. E perciò non ci fermeremo”, ha scritto su Facebook il vicepremier Luigi Di Maio.

Il governo è intenzionato a tenere il punto. “Non ci sarà nessun nuovo documento”, spiegano fonti della maggioranza.

La bocciatura dell’Unione europea era prevista ed è previsto anche che le istituzioni europee punteranno a fare pressioni sul ministro dell’Economia.

“Tria è sempre un interlocutore credibile e legittimo, speriamo che sia capace di convincere il governo italiano della necessità che la manovra italiana sia compatibile con le regole Ue e gli impegni comuni presi”, ha spiegato il commissario Ue agli affari economici Pierre Moscovici.