Me

Nubifragio e grandine a Roma: disagi e metro chiuse | Info e Video

Immagine di copertina

La mattina del 22 ottobre 2018 Roma si è svegliata con un’aria fredda dopo la forte grandinata della sera prima che ha provocato allagamenti e disagi in tutta la capitale.

I video della grandinata a Roma e delle automobili trasportate dall’acqua che ha inondato le strade della città hanno fatto il giro del web.

Moltissimi i disagi che la capitale ha dovuto affrontare al suo risveglio. Molte strade risultano allagate e chiuse al traffico. Chiuse anche alcune stazioni della metro. A questo link tutti gli aggiornamenti in tempo reale da Atac.

Caduti 40 mm nella zona Monteverde, 50 mm nella zona di Nomentana mentre picchi di 70 mm a Tor de’ Schiavi. Dopo i +24 gradi raggiunti nel primo pomeriggio la temperatura è ora crollata a +13 gradi.

Previsioni Meteo: maltempo in arrivo. Temperature giù di 8-10 gradi

Arriva il freddo. Dopo le ottobrate estive, la temperatura entro domani (lunedì 22 ottobre 2018) si abbasserà di colpo. In alcune zone d’Italia anche di 8-10 gradi.

Temperature a picco accompagnate in più parti del nostro Paese da perturbazioni.

La settimana quindi inizierà con una giornata piovosa in molte zone del Centrosud, mentre le temperature, in ulteriore deciso calo, scenderanno quasi ovunque su valori inferiori a quelli del periodo.

Maltempo che si è già fatto vivo a Catania dove la scorsa notta c’è stato un vero e proprio nubifragio.

In settimana sull’Appennino centrale nelle prime ore del giorno scenderà anche la neve.

Martedì il vortice di bassa pressione scivolerà sullo Ionio, da dove porterà ancora molte piogge sulle regioni meridionali.

Le temperature torneranno quindi a salire e in molte zone del Paese con valori nella norma o leggermente al di sopra.

Temporali anche intensi potranno intressare la Basilicata e la Calabria. Al mattino qualche nevicata sull’Appennino Abruzzese e Molisano al di sopra di 1500 metri.

Temperature massime in leggero rialzo nelle Venezie, in ulteriore sensibile calo nel resto d’Italia. Ventoso per freddi venti settentrionali al Centrosud e Isole.

Un repentino cambio di temperature che, secondo quanto fa sapere la Coldiretti, sarà molto dannoso per le coltivazioni.

“Il brusco arrivo del maltempo con un forte abbassamento delle temperature trova le coltivazioni impreparate a difendersi dopo un inizio autunno bollente in cui non sono cadute le foglie dalle piante che per il caldo non sono entrate nella fase di riposo vegetativo caratteristico della stagione”.