Me

Livorno, donna muore dissanguata per i graffi del gatto della vicina

Immagine di copertina

Morta dissanguata nel giardino di casa sua, per colpa dei graffi del gatto della vicina.

L’assurda tragedia si è consumata a Vada, in provincia di Livorno. Silvana Masotti, 88 anni, stava passeggiando tranquillamente nel suo giardino quando un gatto ha cominciato a graffiarle le gambe.

La donna soffriva di vene varicose, e i graffi le hanno provocato un’emorragia che si è rivelata fatale. Le indagini hanno rivelato come la signora assumesse alcuni fluidificanti del sangue.

Proprio questi farmaci potrebbero aver causato l’emorragia in seguito ai graffi del gatto, poiché avrebbero impedito al sangue di coagularsi.

L’animale che, involontariamente, ha provocato la morte della donna, era il gatto di un’inquilina dello stabile in cui viveva Silvana Masotti.

A risultare fatale è stata anche l’assenza di soccorsi, dovuta al fatto che l’88enne si trovava da sola in quel momento nel giardino.

La prima ad accorgersi di quanto successo è stata la proprietaria del gatto e vicina di casa della vittima.

Quando i soccorsi sono giunti sul posto, per la donna non c’era già più nulla da fare. I carabinieri stanno ora indagando nel tentativo di trovare altri elementi utili che possano spiegare quanto accaduto.

Campagna regione lazio