Me

Leopolda, Renzi e Padoan presentano la “contro-manovra”

I due esponenti del Partito democratico hanno presentato la loro proposta per evitare il collasso dell'economia italiana

Immagine di copertina

L’ex segretario del Partito Democratico è tornato a parlare dal palco della Leopolda, la kermesse ideata da Matteo Renzi e Giuseppe Civati nel 2010.

In questa nona edizione, l’ex premier e l’ex ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, hanno presentato i punti salienti della “contro-manovra”, ideata per contrastare l’operato del governo Lega-M5S.

Riconquistare i mercati, con una revisione del rapporto deficit-Pil attuale,  stop ai tagli agli incentivi, abolizione totale dell’imposta di registro per il rilancio del mercato immobiliare, riapertura di Casa Italia con relativo stanziamento di 4 miliardi di euro per il 2019 per finanziare le opere contro il dissesto idrogeologico e l’edilizia scolastica, cancellazione totale dell’Irap e assegno universale per figli.

Sono questi i punti principali della proposta presentata ai giornalisti in una conferenza stampa organizzata ancora prima dell’inizio della kermesse di Firenze.

I due esponenti del Pd hanno descritto la “contro-manovra” come un “servizio civile per il paese”.

“Lo spread che tocca quota 340 è un campanello d’allarme, ma ancora più inquietante sono le parole dei ministri che dicono ‘vediamo che succede con lo spread a 400…'”

“Così andiamo a sbattere contro un muro”, ha affermato Renzi, come riportato da Agi.

Renzi e Padoan sperano che il governo prenda in considerazione la loro proposta. In caso contrario, i due esponenti assicurano che sosterranno il “programma di bilancio” presentato da Maurizio Martina.

Leopolda 2018: l’evento di Matteo Renzi alla stazione di Firenze

LEOPOLDA 2018 – Matteo Renzi torna sul palco, torna la Leopolda.

“Il titolo? Ritorno al Futuro. Perché ne abbiamo bisogno noi ma ne ha bisogno soprattutto l’Italia” scrive l’ex segretario e ora senatore del Partito Democratico sul proprio sito internet annunciando la kermesse, ormai una consuetudine della politica nazionale, il centro di gravità permanente del renzismo.

Start venerdì 19 ottobre 2018, chiusura domenica 21 mattina.

“Vista la gravità della situazione ci sarà una breve introduzione mia e di PierCarlo Padoan. Presenteremo una proposta di legge di bilancio che avrebbe come effetto di dimezzare lo spread e abbassare le tasse. Probabilmente i signori del Governo non ci ascolteranno, ma noi mostreremo pubblicamente agli italiani come si potrebbe evitare di penalizzare i lavoratori e favorire gli speculatori come loro stanno facendo” – fa sapere Renzi – “Poi spazio agli interventi del popolo della Leopolda. Quest’anno abbiamo scelto di ridurre al minimo i discorsi dei presunti Big. Si torna alle origini. Cinque minuti e torna il Gong per chi la fa troppa lunga”.