Me
Blocco diesel Euro 3 in Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna: come funziona
Condividi su:
Blocco diesel Euro 3
Auto nel traffico di Milano

Blocco diesel Euro 3 in Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna: come funziona

Le info sullo stop e sul divieto della circolazione delle auto dall'1 ottobre

19 Ott. 2018 16 ore
Blocco diesel Euro 3
Auto nel traffico di Milano

Blocco diesel Euro 3 in Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna | Le info sullo stop e sul divieto della circolazione alle auto dall’1 ottobre 2018

BLOCCO DIESEL EURO 3 ED EURO 4 – Si chiama ‘Nuovo Accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel bacino padano’ e coinvolge Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna. Di cosa si tratta?

Parliamo di un programma sottoscritto nel 2017 da queste regioni e dal ministero dell’Ambiente. Ed è entrato in vigore il 1° ottobre 2018.

Blocco diesel Euro 3 ed Euro 4: i divieti di circolazione del 2018

Si legge nel testo che, nonostante i positivi effetti prodotti dall’Accordo di Programma del 2013 e dal Protocollo di Intesa del 2015 le procedure di infrazione avviate dalla Commissione europea sono pervenute ad una fase avanzata, le regioni si impegnano a:

“prevedere, nei piani di qualità dell’aria o nei relativi provvedimenti attuativi, una limitazione della circolazione dal 1 ottobre al 31 marzo di ogni anno, da applicare entro il 1 ottobre 2018, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,30 alle ore 18,30, salve le eccezioni indispensabili, per le autovetture ed i veicoli commerciali di categoria N1, N2 ed N3 ad alimentazione diesel, di categoria inferiore o uguale ad “Euro 3”.

La limitazione è estesa alla categoria “Euro 4” entro il 1 ottobre 2020 ed alla categoria “Euro 5” entro il 1 ottobre 2025″.

Blocco diesel Euro 3 ed Euro 4: come funziona e quanto dura

L’accordo prevede quindi lo stop alle auto diesel Euro 3 in alcune fasce orarie dei giorni feriali e per i trasgressori sono previste multe salate, fino a 658 euro, come previsto dal Codice della strada.

La limitazione, si legge nell’accordo, “si applica prioritariamente nelle aree urbane dei comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti presso i quali opera un adeguato servizio di trasporto pubblico locale, ricadenti in zone presso le quali risulta superato uno o più dei valori limite del PM10 o del biossido di azoto NO2”.

Blocco diesel Euro 3 in Lombardia e a Milano

In Lombardia i diesel Euro 3 non potranno circolare nei giorni feriali tra le 7,30 e le 19,30 in 209 comuni tra cui Varese e Lecco (qui la lista completa).

Per il Corriere della Sera solo a Milano rimarranno ferme circa 32.500 automobili.

Blocco diesel Euro 3 in Veneto

Il divieto di circolazione in Veneto coinvolge su tutto il territorio comunale i veicoli Euro 3 diesel.

La limitazione del traffico è in vigore dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 18,30 fino al 31 marzo 2019. La novità si aggiunge al blocco, già in vigore dagli anni scorsi, dei mezzi Euro 0-1-2 diesel, Euro 0-1 benzina, motocicli con certificato di circolazione rilasciato prima del 1°gennaio 2000.

Blocco diesel Euro 3 in Piemonte

In Piemonte il divieto è slittato. Scrive l’Ansa che la retromarcia è giunta dopo la decisione della Regione di inserire alcune deroghe per esentare dal divieto alcune categorie, tra cui gli ambulanti, gli artigiani e chi vive o lavora in una zona non servita dai mezzi pubblici: “Abbiamo chiesto alla Regione Piemonte di illustrarci le modifiche che faciliteranno l’attuazione delle limitazioni tenendo conto delle esigenze di alcune categorie – spiega il vicesindaco metropolitano Marco Marocco – e giovedì 4 ottobre torneremo a riunire il tavolo per arrivare tutti insieme all’adozione nei tempi tecnici possibili di atti univoci in ogni Comune”.

Blocco diesel Euro 3 ed Euro 4 in Emilia Romagna

In Emilia Romagna il blocco agli Euro 3 diesel scatterà dalle 8.30 alle 18.30, dal lunedì al venerdì e nelle domeniche ecologiche (di norma la prima di ogni mese, con sospensione nel periodo natalizio).

Nel dettaglio – scrive AdnKronos – sono previsti due livelli di allerta a cui corrispondono interventi emergenziali diversi: il primo scatta dopo 4 giorni consecutivi di superamento del valore limite di Pm10, il secondo dopo 10 giorni.

Se dai controlli che Arpae effettua ogni lunedì e giovedì risultano sforamenti dei limiti di PM10 avvenuti nei 4 giorni consecutivi precedenti il controllo, dal giorno successivo il controllo, le limitazioni vengono estese anche a tutti i veicoli diesel Euro 4 e restano valide fino al giorno di controllo successivo compreso.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus