Me

Di cosa soffre il figlio di Chiara Ferragni e Fedez

Il piccolo Leone è stato sottoposto a una operazione chirurgica al Children’s Hospital di Los Angeles

Immagine di copertina
Fedez insieme al piccolo Leone. Credit: Instagram/Fedez

Il piccolo Leone Lucia, figlio della influencer Chiara Ferragnie e del rapper Fedez, è stato sottoposto a un piccolo intervento chirurgico, lunedì 15 ottobre.

Ad annunciarlo entrambi i genitori, che sui social hanno condiviso l’esperienza in ospedale pediatrico. Al piccolo è stato drenato del liquido che si era formato e accumulato nelle orecchie sin dalla nascita.

Attraverso alcuni tubicini, i medici hanno quindi tirato fuori il liquido impedendo che, nel tempo, questo potesse portare a problemi più gravi, come la perdita dell’udito.

La presenza di liquido nelle orecchie (o un’otite media effusiva), è una condizione più comunemente diffusa tra i bambini sotto i due anni. Spesso i bambini sono disturbati dal liquido rimasto nelle orecchie a causa della brevità delle loro trombe di Eustachio.

Questi canali drenano i liquidi dall’orecchio alla gola e nei bambini di giovane età possono svilupparsi più orizzontalmente, favorendo la comparsa del liquido. Delle adenoidi rigonfie possono bloccare le trombe, causando un reflusso del liquido che non riesce a drenare correttamente e per questo si ricorre al drenaggio attraverso i tubicini.

Un’operazione non particolarmente invasiva e di prassi che, però, ha preoccupato non poco i genitori del piccolo Leone, nato lo scorso 19 marzo.

I commenti di Chiara Ferragni e Fedez

“Questa mattina il nostro piccolo Leo ha avuto un piccolissimo intervento al Children’s Hospital per mettere dei tubicini nelle orecchie per poter eliminare del liquido che ha dalla nascita e che, nel lungo tempo, gli avrebbe potuto causare perdita di udito”. A scrivere è Chiara Ferragni sulla propria pagina Instagram.

La nota blogger ha condiviso due foto con il bambino prima tra le sue braccia e poi tra quelle del marito Fedez scrivendo sui social: “La sua operazione era molto semplice e lui sta bene ed è già a casa con noi. Vedere però tantissimi genitori salutare i propri bambini che dovevano sottoporsi ad interventi ben più invasivi (alcuni a cuore aperto) mi ha fatto piangere tutto il tempo e mi ha fatto capire, ancora una volta, che se si è in salute non ci si può lamentare. È veramente la cosa più importante al mondo, e rende tutto il resto secondario. E da quando sono una mamma vedere altri bambini soffrire mi fa fermare il cuore. Sto postando queste parole per ricordare a me in primis quanto siamo fortunati, ogni giorno”.

Anche Fedez – che proprio il 15 ottobre ha compiuto 29 anni – ha commentato la giornata trascorsa all’ospedale pediatrico, aggiungendo qualcosa in più sulle condizioni di salute del piccolo. Alla nascita il piccolo Leone ha rischiato la sordità per un problema di accumulo di liquido nelle orecchie.

Come spiega ancora il rapper, nei primissimi giorni di vita del piccolo non si sapeva ancora se sarebbe riuscito a sentire in maniera efficace. In un post su Instagra, il papà di Leo ha scritto di sentirsi fortunato rispetto a tanti altri genitori incontrati tra i corridoi di quell’ospedale.

“Sarà un pensiero scontato e banale lo so, però passare una giornata in un ospedale pediatrico rende ancor più vero e tangibile il buon vecchio detto ‘quando c’è la salute c’è tutto’. Mi rendo conto di essere fortunato, ma oggi forse, riesco ad apprezzarlo un po’ di più”, ha scritto il rapper.