Me
Asia Argento news | Tutto quello che c’è da sapere sul caso Asia Argento-Jimmy Bennett
Condividi su:
asia argento news
Asia Argento durante il suo discorso dal palco del Festival di Cannes, il 19 maggio 2018. Credit: AFP PHOTO / Alberto PIZZOLI

Asia Argento news | Tutto quello che c’è da sapere sul caso Asia Argento-Jimmy Bennett

L'attrice italiana è stata coinvolta in uno scandalo sulle molestie sessuali dopo un articolo del New York Times. Ecco tutto quello che c'è da sapere sul caso:

17 Ott. 2018 2 ore
asia argento news
Asia Argento durante il suo discorso dal palco del Festival di Cannes, il 19 maggio 2018. Credit: AFP PHOTO / Alberto PIZZOLI

Asia Argento news: le ultime sullo scandalo molestie e il racconto dell’attore Jimmy Bennett

ASIA ARGENTO NEWS, TUTTO QUELLO CHE C’è DA SAPERE – L’attrice e regista Asia Argento è stata coinvolta in uno scandalo sulle molestie sessuali dopo la pubblicazione di un’inchiesta del New York Times, secondo la quale avrebbe versato dei soldi a Jimmy Bennett, il giovane attore che l’aveva accusata di violenza sessuale.

L’attrice, paladina del movimento Me Too contro la violenza sulle donne, ha negato di aver mai avuto rapporti sessuali con Bennett, che l’ha accusata di violenze sessuali risalenti al 2013, quando lui aveva 17 anni.

Jimmy Bennet, ospite di Massimo Giletti a Non è l’Arena su La 7, ha raccontato la sua verità: “Sì, Asia Argento mi ha violentato, è stato un rapporto completo”, ha raccontato Bennett > Qui l’intervista completa

Secondo quanto rivelato dal New York Times, Asia Argento avrebbe concordato di risarcire con 380mila dollari l’attore e musicista. Il giovane, oggi 22enne, sostiene di aver avuto dopo quella presunta violenza un crollo emotivo talmente forte da aver condizionato la sua carriera.

La stessa Asia Argento ha replicato a Bennett proprio nel salotto di Giletti: “Per me era come un figlio perduto, verrò a Los Angeles mi disse, mi chiese di studiare un copione come ai vecchi tempi ma lui arriva e non l’aveva neanche portato. “Aveva uno sguardo vitreo, come tanti ragazzi che dopo i 13 anni non lavorano più, mi ha messo tristezza. Gli ho proposto un piccolo ruolo in un film indipendente. È lì che si illuminò e ci abbracciammo: lui, con ormoni da ragazzo, è impazzito” – ha spiegato a Non è l’Arena – “È difficile da raccontare. Mi è saltato addosso, io ero congelata, mi ha messo di traverso sul letto, ha fatto quello che doveva fare senza preservativo, sarà durata due minuti… come un coniglio…Io gli ho detto come ti è venuta questa cosa, eri il mio sogno, e si è fatto questo selfie… io non ho reagito perché era impensabile, tutto pensavo tranne che questa cosa”.

Asia Argento è stata tra le prime donne nel mondo del cinema a denunciare le molestie subite dal produttore Harvey Weinstein. Per questo, lo scandalo svelato dal New York Times che ha travolto l’attrice italiana ha suscitato molte critiche e reazioni inaspettate anche da donne come Rose McGowan, che in passato l’hanno affiancata nelle sue denunce.

Chi è Asia Argento | La carriera

Figlia del maestro di film horror Dario Argento e dell’attrice Daria Nicolodi, Asia Argento è nata a Roma il 20 settembre 1975 e ha 42 anni.

Sin da giovane decide di seguire le orme dei genitori. Inizia la sua carriera nella recitazione ma successivamente lavora anche come regista.

Ha esordito nel 1984 in Sogni e bisogni di Sergio Citti, poi è stata scelta da Moretti per Palombella rossa.

Tra i film più importanti in cui ha recitato ci sono Le amiche del cuore (Michele Placido, 1992), Perdiamoci di vista (Carlo Verdone, 1994), Compagna di viaggio (Peter Del Monte, 1996, David di Donatello per Cora, la ragazza che pedina Michel Piccoli), Viola bacia tutti (Giovanni Veronesi, 1997), New Rose Hotel (Abel Ferrara, 1998), cui seguono molti film americani e francesi.

Dal 2001 al 2007 è stata sentimentalmente legata al cantante dei Blu Vertigo, Morgan, da cui ha avuto una figlia, Anna Lou, che recentemente è stata denunciata per aver imbrattato un autobus dell’Atac.

“Mi ero illuso che potessimo creare una famiglia, un qualcosa di edificante. Per questo io ero infelice”, ha dichiarato in un’intervista a Rai 3 l’ex cantante dei Bluvertigo.

“Per l’esasperazione sono arrivato a pesare 45 chili. Non mangiavo più, mi buttavo a terra e stavo tre giorni sul pavimento. Per cosa?”, conclude Morgan, ricordando la storia d’amore tormentata (Qui l’articolo completo).

Nel 2008 ha sposato Michele Civetta, regista di videoclip italo-americano, da cui ha avuto un altro figlio. I due hanno divorziato alcuni anni fa.

Asia Argento è stata legata sentimentalmente allo chef Anthony Bourdin, fino alla sua morte per suicidio a giugno 2018.

Asia Argento news | Le accuse

Il primo versamento è avvenuto secondo il New York Times ad aprile 2018, dopo che Asia Argento si era esposta denunciando le molestie di Harvey Weinstein.

La violenza sessuale ai danni di Jimmy Bennett sarebbe avvenuta in una camera d’albergo in California, cinque anni fa, quando l’attrice italiana aveva 37 anni e il giovane ne aveva appena compiuti 17.

Il quotidiano statunitense cita i documenti degli avvocati dell’attrice e del ragazzo, che in un film del 2004 intitolato “Ingannevole è il cuore più di ogni cosa” vestì i panni del figlio di Asia Argento.

Tra le carte della documentazione ci sarebbe anche un selfie del 9 maggio 2013, in cui l’attrice e Jimmy Bennett vengono ritratti a letto.

Ma non solo: come si legge sul New York Times, ci sarebbero anche i dettagli sui tempi del risarcimento. Asia Argento avrebbe pattuito di versare 380mila dollari in un anno e mezzo, a partire da un versamento di 200mila dollari fatto ad aprile.

Intanto, una portavoce del dipartimento dello sceriffo della contea di Los Angeles fa sapere che sul caso non sarà aperta nessuna indagine ma “verranno fatti degli approfondimenti”.

Le intenzioni dei detective sarebbero di parlare con Bennett che però non risulta essere stato ancora sentito dalla polizia.

La versione di Asia Argento

Asia Argento nega il contenuto dell’articolo pubblicato dal New York Times, definendo le notizie “assolutamente false” (qui le sue dichiarazioni).

In particolare, non nega di aver corrisposto dei soldi a Bennett. La parte della notizia contestata da Argento è quella sui presunti rapporti sessuali con il giovane attore americano.

Ma come mai allora Asia Argento ha pagato Bennett?

Ecco la sua versione:

“Quello che mi ha legata e Bennett per alcuni anni è stato solo un sentimento di amicizia terminata quando, dopo la mia esposizione nella nota vicenda Winstein, Bennett (che versava in gravi difficoltà economiche e che aveva precedentemente assunto iniziative giudiziarie anche nei confronti dei suoi stessi genitori rivolgendo loro richieste milionarie) inopinatamente mi rivolse una esorbitante richiesta economica”, prosegue la nota.

“Bennett sapeva che il mio compagno, Anthony Bourdain, era percepito quale uomo di grande ricchezza e che aveva la propria reputazione da proteggere in quanto personaggio molto amato dal pubblico”.

“Anthony insistette che la questione venisse gestita privatamente e ciò corrispondeva anche la desiderio di Bennett. Anthony temeva la possibile pubblicità negativa che tale persona, che considerava pericolosa, potesse portarci. Decidemmo di gestire la richiesta di aiuto di Bennett in maniera compassionevole e venirgli incontro. Anthony – prosegue l’attrice – si impegnò personalmente ad aiutare Bennett economicamente. A condizione di non subire più intrusioni nella nostra vita”.

Asia Argento conclude la nota con queste parole: “Dunque, questo è l’ennesimo sviluppo di una vicenda per me triste che mi perseguita da tempo e che a questo punto non posso che contrastare assumendo nel prossimo futuro tutte le iniziative a mia tutela elle sedi competenti”.

Le dichiarazioni di Jimmy Bennett al Nyt

La sera di giovedì 23 agosto Jimmy Bennett ha rotto il silenzio sul caso, inviando una nota al New York Times.

“Nei giorni scorsi non ho fatto dichiarazioni perché ero addolorato e mi vergognavo che tutto questo fosse reso pubblico”, ha affermato l’attore e musicista.

“All’epoca dei fatti ero minorenne – spiega ancora Bennett – e ho cercato giustizia nel modo che a me sembrava più appropriato perché non mi sentivo pronto ad affrontare le conseguenze che questa vicenda, se resa pubblica, avrebbe potuto comportare”.

“Molte donne e uomini coraggiosi hanno parlato delle loro esperienze e ho provato stima per il coraggio che hanno avuto nel rivelare cose di quel tipo”, continua l’attore, riferendosi al movimento Me Too.

“All’inizio non avevo mai rivelato la mia storia perché avevo deciso di gestirla in modo privato con la persona che mi aveva ferito”, si legge ancora nella nota.

“Il trauma – scrive ancora Bennett – si è risvegliato in me quando quella persona si è dichiarata essa stessa vittima”, scrive riferendosi alle accuse delle violenze mosse da Asia Argento al produttore Weinstein.

“Temevo che in quanto maschio le mie parole sarebbero state stigmatizzate. Non pensavo che qualcuno avrebbe compreso che cosa significa vivere quel tipo di esperienza da teenager”, continua l’attore e musicista.

“Ho affrontato molte difficoltà nella mia vita e affronterò anche questa. Vorrei superare questa vicenda, e ho deciso di andare avanti. Ma senza rimanere più a lungo in silenzio”.

Jimmy Bennett a sua volta accusato di molestie dall’ex fidanzata

Jimmy Bennett era stato a sua volta accusato di molestie dalla sua ex fidanzata nel 2015.

A riportare la notizia è il sito Daily Beast, entrato in possesso degli atti legali in cui si spiega che la ragazza era stata pedinata e minacciata dall’ex fidanzato. La donna aveva denunciato la sua situazione di pericolo alle autorità californiane.

“Alle spalle ha alcune storie di droga, potenzialmente poteva essere un violento: per questo io e mia mamma non ci sentivamo al sicuro”, si legge nella denuncia presentata dalla giovane. Nello stesso documento si legge che Bennett era stato accusato di “stalking” e “pornografia minorile”.

Il ragazzo inoltre è stato accusato di aver fatto sesso con la ragazza quando lei era ancora minorenne: “Avevo 17 anni e non lo avevo mai fatto, lui mi ha convinta. Si è fatto strada nella mia vita, mi ha manipolata fino a farsi mandare delle mie foto nuda: questo mi ha creato danni emotivi”.

Il 17 luglio del 2015 i giudici della Corte Suprema di Santa Monica avevano emesso una misura restrittiva temporanea nei confronti di Bennett.

Gli sms tra Asia Argento e Anthony Bourdain su Jimmy Bennett

Il sito web di gossip Tmz ha pubblicato le conversazioni intercorse via sms tra Asia Argento e il compagno recentemente scomparso Anthony Bourdain sul caso di Jimmy Bennett. Sarebbe stato proprio Bourdain ad insistere per pagare Bennet, con soldi che avrebbe sborsato di tasca sua.

“Ero gelata. Lui era sopra di me. Poi mi ha detto che ero stata la sua fantasia sessuale da quando aveva 12 anni”, avrebbe scritto l’attrice al compagno riportato in esclusiva dal sito online americano.

Negli sms Bourdain e Argento parlano di Bennett come di un “asino” e Anthony scrive che il pagamento “non è l’ammissione di niente, nessun tentativo di comprare il silenzio, semplicemente un’offerta per aiutare un’anima torturata che cerca disperatamente di spillarti denaro”.

 I 380mila dollari — che Bourdain avrebbe pagato di tasca sua — per chiudere la vicenda non sono, avrebbe scritto lo chef, “un’ammissione, un modo per comprare una copertura, solo un’offerta per aiutare un’anima tormentata che cerca di spillarti soldi”.

Oppure, conclude, puoi “mandarlo a farsi f… In ogni caso, sono con te”.

“Non comprerò il suo silenzio per qualcosa che non è vero, anche perché sono al verde”, avrebbe scritto l’attrice al compagno (qui l’articolo completo).

Il selfie di Asia Argento a letto con Jimmy Bennett

ASIA ARGENTO NEWS – Il sito web di gossip Tmz ha pubblicato in esclusiva la foto di Asia Argento a letto con Jimmy Bennett (qui la foto).

Il selfie è tra i documenti ricevuti dal New York Times tramite un’email criptata, che è la fonte dell’inchiesta sullo scandalo.

Nell’inchiesta del quotidiano infatti si legge:

“I documenti, che sono stati inviati al New York Times tramite e-mail criptata da una fonte non identificata, includono un selfie datato 9 maggio 2013, dei due a letto. Come parte dell’accordo, il Sig. Bennett, che ora ha 22 anni, ha dato la fotografia e il copyright a Ms. Argento, ora 42. Tre persone che hanno familiarità con il caso hanno detto che i documenti erano autentici”.

Gli sms di Asia Argento a Rain Dove

Dopo aver pubblicato un selfie di Asia Argento a letto con Jimmy Bennett, il sito di gossip statunitense Tmz ha diffuso anche alcuni sms in cui l’attrice ammetterebbe di aver fatto sesso con il giovane collega, all’epoca 17enne.

Inizialmente non si era a conoscenza del nome dell’interlocutore a cui Asia Argento aveva inviato gli sms, ma il 27 agosto Rain Dove, la compagna di Rose McGowan, ha confessato di essere la protagonista dello scambio di sms.

“Sono stata io a diffondere gli sms di Asia Argento. E lo rifarei”, ha detto Dove, che sostiene di aver parlato degli sms alla polizia ma di non averli dati alla stampa.

Nei messaggi Asia Argento scrive: “Ho fatto sesso con lui, mi sono sentita strana. Non sapevo fosse minorenne”.

“Non è stato uno stupro, ma io ero gelata. Lui era sopra di me e mi ha detto che ero la sua fantasia da quando aveva 12 anni”, scrive Argento.

L’attrice italiana ha inviato poi al suo contatto la foto di un bigliettino che Bennett le avrebbe lasciato dopo il rapporto sessuale, sui cui c’è scritto: “Ti amo con tutto il mio cuore”.

Rain Dove ha 27 anni, è statunitense e fa la modella. È conosciuta soprattutto per essere la compagna di Rose McGowan, altra grande protagonista del movimento #MeToo, oltre che grande amica di Asia Argento.

Dopo la rivelazione, l’attrice statunitense Rose McGowan ha rivolto un appello all’amica Asia Argento: “Fai la cosa giusta, sii onesta”. Qui il testo completo della lettera.

La denuncia per stalking della ex di Bennett

Rachel Fox, ex fidanzata dell’attore che accusa di molestie Asia Argento, avrebbe presentato una richiesta di ordine restrittivo scritta proprio nei confronti di Jimmy Bennett, che definisce “bugiardo, manipolatore e ladro”.
Gli atti – pubblicati da Fanpage.it – risalgono a quando lei aveva 17 anni e lui 18. Rachel Fox ha presentato la richiesta alla Corte Suprema della California – Contea di Los Angeles.
La ragazza, anche lei attrice, nel documento si dice “terrorizzata dal fatto che Jimmy Bennett o il suo patrigno Frank Pestorino possano farle del male”.

Asia Argento news | I commenti alla vicenda

Molte personalità pubbliche si sono espresse sul caso, eccone alcune:

Rose McGowan

L’attrice statunitense Rose McGowan ha scritto un tweet in cui dice di avere “il cuore spezzato” per lo scandalo che ha coinvolto l’attrice italiana Asia Argento, con la quale ha condiviso le denunce di molestie nei confronti del produttore americano Harvey Weinstein, contribuendo alla crescita del movimento #MeToo.

Asia Argento e Rose McGowan erano scese insieme in piazza a Roma, al corteo contro le violenze dell’8 marzo scorso. Dopo la morte dello chef Anthony Bourdain, compagno di Asia Argento, McGowan aveva preso le difese della collega dalle accuse sul web.

“Ho conosciuto Asia dieci mesi fa. A unirci è stato condividere la sofferenza di essere state aggredite da Weinstein”, ha scritto McGowan su Twitter. “Il mio cuore è a pezzi. Continuerò il mio lavoro accanto alle vittime”.

L’attrice, nota per aver interpretato – tra gli altri – il ruolo di Paige Matthews nella serie televisiva Streghe – sembra quindi prendere le distanze dalla compagna di lotte del movimento contro le violenze. Anche se poi sottolinea in un altro tweet: “Nessuno sa la verità, sono sicura che ancora molte cose verranno fuori. Siate gentili”.

Dario Argento

In difesa di Asia Argento è intervenuto il padre, il noto regista Dario Argento (qui la sua intervista).

“Io credo si siano inventati tutto. Potrebbe essere un complotto”, dice Dario Argento, che ritiene sia “poco plausibile” la versione pubblicata dal New York Times.

“Mia figlia avrà sempre il mio appoggio, comunque vadano le cose e qualunque sia la realtà. Sono convinto che sia tutta una montatura, tutto un imbroglio”, dice Dario Argento.

Ma perché qualcuno avrebbe dovuto complottare alle spalle di Asia? Secondo Dario Argento, la figlia “nel suo esporsi ha dato fastidio a molte persone, anche diversi politici importanti, e ora immagino un gruppo di loro che si è inventato tutto questo contro di lei”.

Sky Italia

Asia Argento non parteciperà come giudice alla edizione 2018 di X Factor. Ora è ufficiale. Lo ha confermato il 5 settembre 2018 con una nota Sky Italia.

“Di comune accordo con Asia Argento, Sky Italia e FremantleMedia Italia hanno deciso di interrompere la collaborazione con l’artista per tutelare i concorrenti rispetto a una vicenda che e’ estranea a loro e al programma e che distoglierebbe l’attenzione dal vero fulcro di X Factor, la musica e il talento”, si legge nel comunicato.

L’attrice, finita al centro della bufera per un presunto abuso sessuale ai danni dell’allora 17enne Jimmy Bennett, non prenderà parte ai live. Si è invece rivelata impossibile una sua esclusione dalle audizioni già registrate negli scorsi mesi.

Dopo settimane di rumours e voci di corridoio, è arrivata l’ufficialità: a sostituire Asia Argento sarà Lodo Guenzi, leader de Lo Stato Sociale.

Matteo Salvini

Il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, è intervenuto su Twitter sullo scandalo.

“Questa è la ‘signora’ che mi insultava ogni due minuti, e mi ha dato del razzista e della m…a? Mamma mia che tristezza…”, ha scritto Salvini sul suo profilo ufficiale, accompagnando il tweet con un articolo nel quale si racconta la vicenda in cui è coinvolta Argento.

Qualche settimana fa il ministro e l’attrice erano stati protagonisti di un polemico botta e risposta sui social.

Argento era intervenuta contro Salvini nella polemica tra il leader della Lega e lo scrittore Roberto Saviano, a sua volta difeso dalla deputata Laura Boldrini.

Dopo che Boldrini aveva espresso solidarietà a Saviano, Salvini aveva scritto su Twitter “Che coppia”, e Argento aveva commentato con l’hashtag “Salvinimerda”.

“Dai Asia, secondo me non sei così cattiva, se ti va ti offro un caffè (meglio una camomilla), mi racconti i problemi che hai e vedo se posso aiutarti”, le aveva risposto il ministro.

Poco dopo, era arrivata la controreplica dell’attrice: “Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell’interno del Governo si diletta a sbeffeggiarsi di me. Ha così tanto tempo da perdere? Non ha niente di più imperativo da da fare, da sistemare, da risolvere, meeting da attendere? Che piacere prova a trollare le donne?”.

Harvey Weinstein

Tra chi si è espresso per criticare l’attrice c’è anche Benjamin Brafman, l’avvocato di Harvey Weinstein.

In una dichiarazione a Fox News, l’ha accusato Asia Argento di “un incredibile livello di ipocrisia” e ha aggiunto che il caso “dovrebbe dimostrare a tutti quanto malamente le accuse contro Weinstein siano state effettivamente controllate”.

Il produttore statunitense si è dichiarato non colpevole di stupro e molestie.

Sul caso Weinstein, leggi anche:

Movimento Me Too

Secondo Tarana Burke, una delle fondatrici di Me Too, solo attraverso il tipo di conversazioni difficili che suggerite da storie come quella di Asia Argento che il movimento può effettivamente avere successo.

“Un cambiamento può avvenire”, ha scritto Burke su Twitter. “Questo movimento sta creando dello spazio affinché ciò avvenga. Questo potrà succedere solo se apriremo il vaso di Pandora e ci abitueremo alla scomoda realtà che non esiste un solo modo di perpetrare e non c’è una vittima modello”.

“Siamo tutti esseri umani imperfetti e dobbiamo rendere conto per il nostro comportamento individuale”, aggiunge Burke. “Le persone useranno queste recenti notizie per cercare di screditare il movimento – non lasciamo che ciò accada. Questo è ciò di cui parla il Movimento”.

“Persone ciniche useranno singoli esempi di cattivo comportamento delle donne per sostenere che le molestie sessuali e l’aggressione non fanno parte della misoginia strutturale, anche se tali abusi non hanno alcun genere”, ha twittato la scrittrice femminista Moira Donegan in risposta alle notizie su Asia Argento. “Ignorate queste persone;hanno scarso interesse per la giustizia”.

Mira Sorvino

Mira Sorvino, attrice statunitense che ha vinto un Oscar per il film di Woody Allen La dea dell’amore e, più di recente, ha recitato nella serie televisiva Falling Skies, è tra le dive che hanno denunciato le molestie subite dal produttore Harvey Weinstein. Ed è diventata una paladina del movimento Me Too.

“Sono stata davvero male per le accuse contro Asia Argento”, ha scritto Mira Sorvino su Twitter. “Il tempo chiarirà le cose e forse lei verrà scagionata, ma se è vero, non c’è punto di vista che lo renda migliore. L’abuso sessuale sui minori è un crimine odioso ed è contro tutto ciò che io e il movimento MeToo rappresentiamo”, aggiunge.

“Continuerò a combattere per tutte le vittime e cambiare la cultura che incoraggia l’abuso di potere nelle relazioni sessuali”.

Enrico Mentana

“Secondo quel che rivela, con tanto di carte citate, il New York Times, Asia Argento era ben conscia di avere pendente un’azione legale per molestie sessuali da lei compiute nei confronti di un giovane attore quando l’anno scorso lanciò le accuse a Weinstein per averla sottoposta allo stesso tipo di abuso”, scrive sul caso il direttore di La7 Enrico Mentana.

“Il movimento Metoo ha dato una sacrosanta spallata a pratiche che insultano la dignità delle donne; ma Asia Argento con la sua memoria selettiva riguardo alle colpe e alle denunce ne esce davvero male, e diventa improponibile come portabandiera di ogni diritto delle donne”, aggiunge Mentana.

Vittorio Feltri

Il commento del giornalista Vittorio Feltri: “La molestata Asia Argento molestò un minore americano. E rimedia una figura pazzesca. Ma è pazzesco anche che un diciassettenne si spaventi davanti alla passera”.

Marco Travaglio

Travaglio ha scritto un lungo editoriale in cui difende Asia Argento: “Stento a capire l’equazione Harvey Weinstein-Asia Argento formulata in questi giorni dalle migliori gazzette”, dice il direttore.

“Uno è un potentissimo produttore, considerato il padrone di Hollywood, influentissimo sulla giuria dell’ Oscar e dei maggiori premi cinematografici mondiali: a chi fa l’attore conviene averlo amico e soprattutto non averlo nemico. L’altra è un’attrice che ha fatto anche la regista di piccoli film”.

Le denunce dell’attore Jimmy Bennet secondo il direttore del Fatto non sono paragonabili a quelle che sono state mosse dalle attrici riunite nel movimento #MeToo.

Maurizio Costanzo

Il giornalista e conduttore Maurizio Costanzo, che ha avuto un rapporto di amicizia con Dario Argento, regista e padre dell’attrice, ha voluto dedicare al caso Asia Argento-Jimmy Bennett le pagine settimanali che scrive sulla rivista Chi.

“Non riesco a schierarmi. Per alcuni anni della mia vita ho frequentato Dario Argento e sua figlia Asia. L’attrice avrà avuto 10 anni. La ricordo molto sveglia e intelligente”, scrive Costanzo. “Sarò sincero, non riesco a dare un giudizio, a schierarmi”.

“Asia pare avere malumori, ansie interiori che la portano a vivere in modo diverso, discutibile”, scrive Maurizio Costanzo. “Credo che solo un bravo psicoterapeuta possa riuscire ad aiutarla. Non certo il polverone mediatico”.

Il discorso di Asia Argento a Cannes

A maggio 2018 Asia Argento ha tenuto pubblicamente un discorso contro Weinstein proprio al Festival del cinema di Cannes, durante il quale ha detto:

“Nel 1997 sono stata stuprata da Harvey Weinstein qui a Cannes. Avevo 21 anni. Questo festival era il suo territorio di caccia. Voglio fare una previsione: Harvey Weinstein non sarà mai più benvenuto qui. Vivrà in disgrazia, escluso dalla comunità che un tempo lo accoglieva e che ha nascosto i suoi crimini. E perfino stasera, seduti tra di voi, ci sono quelli che ancora devono essere ritenuti responsabili per i loro comportamenti contro le donne, che non sono accettabili in questo settore. Sapete chi siete. Ma soprattutto noi sappiamo chi siete. E non vi permetteremo più di farla franca”.

Chi è Jimmy Bennett

Da bambino Jimmy Bennett era considerato una baby star. Era talmente bravo da essersi conquistato l’ammirazione di star del calibro di Harrison Ford e Bruce Willis.

A sette anni, il giovanissimo Jimmy Bennett viene scritturato per “Ingannevole è il cuore più di ogni cosa”, film del 2004 diretto, scritto e interpretato da Asia Argento. Lì, in quel lontano 2004, ebbe inizio lo stretto rapporto con l’attrice e regista italiana.

La carriera di Bennett, però, sembra essersi fermata al 2013. L’anno in cui l’attore sostiene di aver subito l’aggressione sessuale da parte di Asia Argento. Da allora, Bennett pare aver avuto un crollo emotivo talmente forte da averlo condizionato sul set.

Oggi riveste ruoli marginali in puntate di serie tv (qui un suo profilo completo).

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus