Me

Germania, come sono andate le elezioni in Baviera

Male l'Unione cristiano-sociale, il partito "fratello" della Cdu di Angela Merkel, Per la prima volta entra in Parlamento il partito di estremadestra Afd

Immagine di copertina
I Verdi festeggiano il risultato al loro leader Robert Habeck. Credits: AFP

Elezioni Baviera 2018 | Elezioni Baviera risultati

Domenica 14 ottobre 2018 in Germania sono andati al voto oltre 9 milioni di cittadini della Baviera per rinnovare il Landtag, l’organo legislativo regionale. La Csu ha perso la maggioranza assoluta, ed è solo la seconda volta dal dopoguerra che accade, grande sorpresa per il risultato dei Verdi, mentre per la prima volta entra nel Lendtag la destra dell’Afd.

Crolla la Csu (l’Unione cristiano-sociale, il partito bavarese “fratello” della Cdu di Angela Merkel), che nel Land governava ininterrottamente dal 1962: ora, sotto il governatore Markus Soeder, si ferma al 37,2 per cento dei voti, perdendo circa 10 punti rispetto al 2013, quando si era assicurata la maggioranza assoluta.

Anche l’Spd precipita, attestandosi 9,6 per cento e dimezzando la propria presenza nel parlamento regionale.

Grande ascesa dei Verdi, che con il 17,5 per cento dei consensi conquistano la palma di seconda forza politica del più ricco Land del Paese. E si configurano come la forza cruciale intorno alla quale si articoleranno le trattative per la formazione di un nuovo governo.

L’Afd ottiene un risultato circa il 10,2 per cento, ed entra per la prima volta nel parlamento del Freistaat. Il partito dell’ultradestra, che sperava in un’affermazione più netta, rimane sotto le aspettative.

La Linke manca l’ingresso nel Landtag, fermandosi sotto la soglia del 5 per cento dei voti al 3,5 per cento, barriera superata invece per un soffio dai liberali dell’Fdp, che potrebbero aspirare a un accordo con la Csu.

Buona invece l’affermazione dei Freie Waehler (i “liberi elettori” che partecipano alle elezioni pur non configurandosi come partito vero e proprio) che con l’11,5 per cento dei consensi rappresenteranno con grande probabilità uno degli aghi della bilancia della difficile partita bavarese.

In aumento l’affluenza alle urne: fino alle ore 16 a Monaco si era recato alle urne il 62,2 cento degli elettori. Cinque anni fa si era trattato solo del 55,1 cento.

Elezioni Baviera 2018 | I Verdi secondo partito. Afd entra in Parlamento

Il leader nazionale del partito ecologista, Robert Habeck, interpreta il risultato come “un incarico a cambiare” il ricco Land meridionale.

“È un segnale che i bavaresi non ci stanno con la politica dell’esclusione”, ha commentato riferendosi al risultato inferiore alle aspettative dell’ultradestra dell’Afd ma anche alla stretta sui migranti messa in campo dalla stessa Csu del governatore Markus Soeder.

“Molte persone non si sentono più rappresentato dalla politica della Baviera. L’incarico del cambiamento a partire da questa stessa sera deve essere esplorato con gli altri partiti”, ha detto Habeck al secondo canale pubblico Zdf. Questo potrebbe portare i Verdi a diventare l’ago della bilancia, scegliendo tra una potenziale alleanza di governo con i conservatori o con i socialisti dell’Spd e i liberali dell’Fdp.

Anche Freie Waehler hanno manifestato, forti del loro 11,5 per cento, la loro disponibilità  a “prenderci responsabilità di governo”, come ha detto il segretario generale di Fw, Michael Piazolo.

Tutt’altro clima in casa Csu. “Per noi questo è un risultato amaro, che accettiamo con umiltà”, ha detto il governatore uscente Markus Soeder.

Il partito anti-immigrati Afo entra per la prima volta nel parlamento regionale. In particolare, a subire il fascino della formazione di estrema destra è soprattutto la zona orientale del paese, come dimostra la manifestazione di estrema destra che si è tenuta a Chemnitz nelle scorse settimane.

Il 26 agosto nella città tedesca si erano svolte ronde antimigranti, dopo che un uomo tedesco era stato ucciso in una rissa che aveva coinvolto anche alcuni profughi.

La tensione politica è dimostrata anche dalla manifestazione anti-odio che ha radunato a Monaco di Baviera oltre 20mila persone la scorsa settimana, allarmate dall’inasprimento del tono politico alla vigilia di queste elezioni.

Elezioni Baviera 2018 | La Baviera banco di prova delle dinamiche nazionali

Domenica 14 ottobre si sono svolte le elezioni statali in Baviera, il Land più vasto e ricco della Germania. Oltre 9 milioni e mezzo di elettori si sono recati alle urne.

La Baviera è considerata la storica roccaforte della Csu (Unione cristiano-sociale), il partito conservatore di centrodestra gemello della Cdu di Angela Merkel.

I conservatori della Csu governano il Land quasi ininterrottamente dal 1962 ma già dopo le prime proiezioni è apparso chiaro che il loro dominio era destinato a finire.

Per riuscire a governare con una solida maggioranza, la Csu dovrà ora cercare un alleato. È possibile che l’ago della bilancia saranno i Verdi, il secondo partito per numero di voti in questa tornata elettorale.