Me

13 semplici abitudini per aumentare la produttività personale

Ci sono delle semplici abitudini che se seguite con costanza possono aiutare ad aumentare la produttività personale. Eccone alcune

Immagine di copertina

Dall’ordinare la scrivania allo smettere di lamentarsi: queste semplici modifiche del proprio comportamento possono aumentare la produttività personale.

Le persone che ogni giorno riescono a raggiungere il successo e portare a termini gli obiettivi prefissati non sono alieni, ma persone normali che hanno imparato alcune semplici abitudini.

Alcune sono abitudini piuttosto conosciute: tenere ordinata la propria scrivania e dormire circa otto ore al giorno, ma ce ne sono alcune che sono poco note, qui abbiamo stilato un elenco di 13 abitudini che possono aumentare totalmente la produttività.

Ecco 13 semplici modi per rendere ogni giorno più produttivo:

Tenere in ordine la scrivania

La creatività può scaturire dal caos, ma un ufficio disseminato di rifiuti probabilmente non aiuta. “L’attenzione è programmata per notare le cose nuove”, sostiene Josh Davis, ricercatore del Neuro Leadership Institute e autore di Two Awesome Hours.

Questo vale sia per lo spazio della scrivania che per esempio per il desktop del computer.

I file ben visibili ti ricordano quali sono le attività non completate. Anche se pensi di non farci caso, in realtà il disordine colpisce la tua capacità di concentrazione.

È necessario lavorare in un ambiente ordinato per aumentare la propria produttività.

Le persone con uffici puliti sono più persistenti e meno frustrate e stanche, secondo un recente studio di Harvard Business Review.

“Può essere confortante rilassarsi nella confusione, ma un ambiente disorganizzato può essere un vero ostacolo”, dice Grace Chae, professoressa alla Fox School of Business presso la Temple University.

Il segreto dei 90 minuti

Non importa quanto siano pazze e piene di cose da fare le tue giornate, assicurati sempre di ritagliarti 90 minuti di tempo, il 20 per cento di una giornata di otto ore, per le attività più importanti.

“Anche se perdi il restante 80 per cento della giornata, puoi comunque fare grandi progressi se hai impiegato almeno 90 minuti per raggiungere i tuoi obiettivi”, afferma Kimberly Medlock, coach di produttività nel Carolina del Nord.

Lavora di meno

Pensi di poter fare di più facendo ore extra? Secondo uno studio del professore John Pencavel dell’università di Stanford no.

Più ore di lavoro non significano maggiore produttività, infatti il professore Pencavel ha dimostrato che ridurre l’orario di lavoro può essere utile per aumentare la produttività.

Lo studio del professore di Stanford ha rilevato che la produttività è diminuita notevolmente dopo più di 50 ore settimanali. Inoltre l’assenza di un giorno di riposo può danneggiare la produttività lavorativa.

Smetti di telefonare

In uno studio pubblicato sul Journal of Experimental Psychology: Human Perception and Performance, i ricercatori della Florida State University hanno scoperto che anche se non guardi il tuo telefono quando squilla, il suono fa vagare la tua mente.

Concentrati sulle attività che consideri “di alto valore”

Le persone sono più efficienti nei compiti che considerano più naturali, mentre quelli che percepiamo come una lotta possono ostacolare il progresso.

Se puoi delega le mansioni che ti sembrano uno sforzo e concentrati invece su “attività di alto valore”.

“Le ‘attività di alto valore’ sfruttano i tuoi punti di forza”, afferma Hillary Rettig, autore di The Seven Secrets del prolifico: la guida definitiva per superare la procrastinazione, il perfezionismo e il blocco dello scrittore .

Delegare le attività non di alto valore aiuta anche a creare comunità e un gruppo di lavoro coeso.

Riunioni

Ecco i modi  per ottenere il massimo dalle sessioni di gruppo.

Fai un piano. Molte riunioni non hanno un’agenda particolare, sbagliato. È importante sapere cosa vuoi ottenere dalle riunioni.

Inoltre, secondo Alan Eisner, professore di management alla Lubin School della Pace University, “le riunioni devono essere brevi, limitando l’ordine del giorno a massimo tre punti o voci”.

Una volta terminata la riunione è utile “Inviare via mail un resoconto di modo che tutti sappiano su cosa lavorare”.

Muoviti regolarmente

Imposta un timer per 45 minuti, al temine dei 45 minuti alzati e muoviti.

“Muoversi regolarmente fa bene e migliora la nostra capacità di concentrazione”, sostiene la psicologa del lavoro Karissa Thacker.

Inoltre i ricercatori dell’Università di Otago in Nuova Zelanda hanno scoperto che una corsa quotidiana di 20 minuti ha aiutato i ratti di laboratorio a completare le attività di risoluzione dei problemi in modo più rapido ed efficiente rispetto alle loro controparti non esercitate.

Dormire sul posto di lavoro

Potrebbe essere difficile convincere il capo, ma i ricercatori dell’Università del Michigan hanno scoperto che fare un sonnellino diurno contrasta il comportamento impulsivo e aumenta la tolleranza alla frustrazione.

I risultati suggeriscono anche aumenta la produttività sul lavoro.

Allontana le distrazioni

Identificare le distrazioni è il primo passo per evitarle.

Ecco i primi cinque distruttori dell’attenzione sul posto di lavoro, secondo un sondaggio del 2015 di CareerBuilder: Cellulare, vale a dire gli sms, Internet, pettegolezzi, i social network e le mail.

Rendere prioritarie le priorità

Per fare di più bisogna essere consapevoli delle scelte che si compiono tutti i giorni, suggerisce Lisa Zaslow, fondatrice dei Gotham Organizers di New York.

“Non possiamo operare al massimo delle prestazioni per tutto il giorno”, afferma Zaslow. “Quando mi sento meglio, mi concentro su attività importanti come la scrittura. Quando mi sento stanco e annebbiato, faccio compiti relativamente insensati come occuparmi di email di routine”.

“Per concentrarti su attività urgenti o significative, lascia che altre cose scivolino”, dice.

Cerca il sole 

Un ufficio con vista sembra un’ottima ricetta per la mente che vaga, la luce solare infatti aumenta la produttività.

In uno studio condotto dalla California Energy Commission, i lavoratori che stavano seduti vicino a una finestra hanno ottenuto risultati migliori.

Se vuoi motivare le persone, sii umano

Energizza il personale definendo chiaramente le aspettative e offrendo regolarmente feedback positivi.

Secondo un recente studio di Gallup, le aziende che coinvolgono i propri dipendenti registrano un aumento del 21 per cento della produttività e un aumento del 10 per cento delle valutazioni dei clienti.

Reclami

I reclami sono consentiti se proponi insieme un’idea di miglioramento.

“Inquadrare le cose in termini di soluzioni riduce l’attenzione sul problema”, dice il professore di management Russell Johnson, coautore di uno studio pubblicato sul Journal of Applied Psychology .

“Evoca emozioni piacevoli invece di quelle negative che causano affaticamento mentale”, sostiene il professore.

Campagna regione lazio