Me

Napoli: dipendente del Comune “cieco” scoperto a guidare lo scooter, con tanto di patente | Video

L'ultima visita medica per il rinnovo della patente aveva attestato la sua capacità visiva a 8 decimi per occhio

Immagine di copertina

Napoli: “cieco” in scooter

Da 15 anni percepiva una pensione perché cieco e questa disabilità gli aveva consentito di essere assunto come dipendente al Comune di Napoli, ma in realtà era in grado di guidare lo scooter da solo, con tanto di patente e talvolta con passeggero a bordo, come dimostra questo video:

È l’ennesima, incredibile, truffa ai danni dello Stato smascherata dalla Guardia di Finanza.

L’uomo era un 46enne residente a Napoli. Per gli investigatori avrebbe percepito indebitamente la somma di circa 110mila euro.

L’indagine, coordinata dalla Procura di Napoli, ha portato al sequestro di una somma di pari valore.

L’uomo percepiva una pensione con assegno di accompagnamento perché affetto da deficit visivo, con un posto di lavoro pubblico dove aveva mansioni legate alla sua presunta disabilità.

I militari hanno accertato che nel 2001 l’uomo era stato assunto come centralinista al Comune di Napoli, e nel 2003 era stato dichiarato cieco assoluto.

Tuttavia, l’ultima visita medica per il rinnovo della patente attesta la sua capacità visiva a 8 decimi per occhio.

Sigilli dunque a due immobili, un terreno e diversi rapporti di conto corrente.

L’uomo è anche indagato per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. In numerose circostanze, le Fiamme Gialle lo hanno sorpreso a guidare lo scooter per i vicoli del centro storico napoletano, con regolare patente di guida.