Me

Incidente per Chiara Ferragni: lobo lacerato da un orecchino troppo pesante

Immagine di copertina

Piccolo incidente per Chiara Ferragni. La popolare fashion blogger, al centro di diverse polemiche per la linea di acqua Evian a lei dedicata e venduta a prezzi “fuori mercato”, è stata costretta ad andare in uno studio medico di Los Angeles per una lacerazione al lobo dell’orecchio.

Chiara Ferragni incidente orecchio

Come se l’è procurata? Presto detto, a causa di un orecchino troppo pesante, un gioiello talmente pesante da averle strappato il lobo. Per risolvere il problema è stato addirittura necessario applicare un punto di sutura.

La disavventura, ovviamente, è stata documentata su Instagram dove i follower della Ferragni si sono, come al solito, scatenati: da una parte complimenti e in bocca al lupo, dall’altra insulti e ironia.

chiara ferragni incidente orecchio

“Tranquilla, Chiara. Con quello che costa l’acqua Evian riuscirai a comprarti un po’ di acqua ossigenata”, ha scritto un utente sui social. “Grazie. Non metterò più un orecchino in tutta la mia vita”, ha ironizzato un altro. E così via.

Acqua Ferragni, Fedez attacca il Codacons: “Avete beccato la famiglia sbagliata” | Video

È polemica tra il rapper Fedez e il Codacons, dopo che l’associazione dei consumatori ha annunciato un esposto alla Guardia di Finanza contro il prezzo dell’acqua minerale griffata Chiara Ferragni, 8 euro, giudicato troppo elevato.

Fedez, marito della stessa Ferragni, ha pubblicato una story su Instagram in cui si scaglia contro l’associazione, accusandola di voler cercare solo “facile consenso”.

Nel video Fedez si filma mentre cerca online il prezzo di altre acque minerali: “Esiste anche un acqua a 75 euro: caro presidente, faccia qualcosa”, dice il rapper, che poi mostra di averne trovata in rete anche una a 330 euro. “Dov’era il Codacons finora?”, attacca.

“Ma il Codacons come vigila? Tramite le tendenze di Twitter?”, prosegue il rapper. “Avete beccato la famiglia sbagliata”.

“Un’istituzione come il Codacons che adesso s’indigna per un bene primario che costa 8 euro, quando da anni ci sono acque che costano 8 euro, dov’era fino adesso? Perché si scandalizza solo ora? Semplicemente perché la notizia è diventata virale e vuole cavalcare facili consensi”, attacca Fedez.

L’associazione dei consumatori, che aveva definito il prezzo dell’acqua Ferragni “immorale ma anche potenzialmente illegittimo”, ha risposto al rapper con un comunicato.

“Sembra lo studente discolo, che colto in flagrante si difende a colpi di ‘Così fanno tutti'”, replica il presidente del Codacons.

“Lo ringraziamo per averci indicato altri casi del genere: ci sono bottiglie a 75 euro? Grazie per la segnalazione, prenderemo provvedimenti anche lì. Ti garantisco la massima par condicio, nessun ‘due pesi e due misure’. Ma questo ‘Così fanno tutti’ non cambia niente: resta il fatto che l’acqua a 8 euro non è concepibile. Punto e basta”.