Me

Il trailer dell’ultima stagione di “House of Cards”: Claire Underwood nello studio ovale

Dal 2 novembre su Netflix la sesta e ultima stagione della serie, dopo l'esclusione dal cast di Kevin Spacey, accusato di molestie sessuali

Immagine di copertina
Dal 2 novembre, su Netflix l'ultima attesissima stagione di House of Cards

Netflix lancia finalmente il trailer dell’attesissima sesta stagione di House of Cards. Dopo una serie di piccoli teaser, arrivano i due minuti di presentazione dell’ultima stagione, dove protagonista non è più il cinico Frank Underwood, ma la moglie: Claire, pronta a vestire i panni del primo presidente donna degli Stati Uniti.

“Ciascuno di noi deve difendere il proprio destino”, scrive l’account di Netflix su Twitter per lanciare il trailer.

La bionda e severa Robin Wright sostituisce Kevin Spacey nella serie, alla conquista della poltrona più importante d’America. L’attore, protagonista per cinque stagioni, è stato licenziato da Netflix in seguito alle accuse di molestie sessuali mosse nei suoi confronti.

Da mesi Netflix aveva annunciato di voler rimuovere Spacey dalla serie. Un’anticipazione era arrivata a inizio settembre, quando il colosso dello streaming online aveva diffuso un teaser in cui si vedeva la tomba di Frank Underwood.

Nel trailer ufficiale, Claire – che dalla prima alla quinta stagione ha fatto strada, scalando il potere nella politica statunitense – appare seduta nella sala ovale, pronta a guidare il paese.

“La prima donna presidente degli Stati Uniti non terrà la bocca chiusa”, annuncia Claire Underwood, che non si lascia intimorire dagli attacchi della stampa e dai senatori contrari. Dopo la morte del marito, infatti, la donna aveva promesso che tutto sarebbe cambiato.

E infatti nel trailer la vediamo, ferma e severa più di prima, licenziare il fedele consigliere del marito, Doug Stamper: “Non mi farò più dire cosa devo fare. Né da te, né da qualsiasi altro uomo. Mai più”, ammonisce Claire, nelle vesti della donna più potente del mondo.

Dal trailer traspare una signora Underwood fortemente influenzata dal marito defunto: spietata, determinata a prendersi tutto il possibile con la fermezza di una donna che sale sul gradino più alto del potere, pronta a difendere la posizione conquistata con le unghie e con i denti.

La responsabilità di Robin Wright in questa ultima stagione è grande: le aspettative della serie che ha tenuto incollati allo schermo migliaia e migliai di persone sono altissime. Claire dovrà chiuderla nel migliore dei modi, dopo lo scandalo che ha travolto Spacey e ha costretto Netflix a pensare di mettere un punto alla fortunatissima serie.

Nel corso delle cinque stagioni precedenti abbiamo imparato a conoscerla: Claire Underwood è stata capace di freddezza e passione insieme, mai pronta a farsi calpestare dal marito assetato di potere. Che pure per un periodo è riuscito a plagiarla e “sfruttarla” per raggiungere i suoi ambiziosissimi obiettivi.

Claire, però, già dalla quinta stagione si riprende la propria indipendenza e lo fa con una determinazione tale da diventare quasi più feroce del marito. “Qual è la cosa di cui hai più paura?”, “Di lei”. Lo dice nella battuta che chiude il trailer proprio Doug Stamper, sicuramente uno dei personaggi più duri di House of Cards.

L’ultima stagione della serie che racconta gli intrighi della Casa Bianca andrà in onda su Netflix dal due novembre.