Me

Francia, mistero sui bambini nati senza arti nelle stesse aree rurali: per il governo è “una coincidenza”

Tredici bambini sono nati senza arti in tre aree rurali della Francia tra il 2007 e il 2017

Immagine di copertina

Tredici bambini in Francia sono nati senza mani, avambracci o braccia in tre aree rurali della Francia tra il 2007 e il 2017, ma i medici hanno dovuto ammettere di non aver trovato alcun legame tra i diversi casi e di non essere riusciti a capire cosa abbia causato le malformazioni.

Inizialmente, le autorità sanitarie hanno affermato che l’incidenza delle malformazioni nelle stesse aree era dovuta “probabilmente al caso”, ma i medici sono stati smentiti da un’organizzazione di ricerca, secondo cui la probabilità che fosse una coincidenza era “più che infinitesimale”.

Secondo i medici dell’organizzazione, le malformazioni potrebbero essere state causate dall’uso di pesticidi e hanno accusato le autorità francesi di aver ignorato il caso, definendolo uno “scandalo sanitario”.

Emmanuelle Amar, epidemiologa e direttrice del gruppo Remera (Registro di malformazioni nel Rodano-Alpi), ha anche dichiarato al Guardian che sarebbe scientificamente errato non continuare la ricerca.

“Queste malformazioni sono molto rare, ma anche molto specifiche. C’è qualcosa, qualche prodotto, che blocca la formazione degli arti nel momento in cui l’embrione si sta sviluppando. Dobbiamo capire di cosa si tratta. Dobbiamo domandarci cosa potrebbe essere in grado di fermare lo sviluppo degli arti e individuarlo”.

La dottoressa Amar ha anche spiegato che la causa più probabile delle anomalie è “ambientale o medica”, ma non ha voluto fare supposizioni azzardate.

“Dobbiamo intervenire. Non stiamo parlando solo delle generazioni future, ma anche di drammi umani individuali”.

Il fenomeno è stato segnalato per la prima volta vicino al paese di Druillat, nel dipartimento di Ain della Francia orientale, dove sette bambini sono nati senza braccia, avambracci o mani tra il 2009 e il 2014.

Tutte le famiglie vivevano nel raggio di 17 chilometri dall’area in cui sono stati coltivati il ​​mais o i girasoli.

Tre anni dopo, tra il 2007 e il 2008, tre bambini sono nati con difetti simili nella città di Mouzeil, nella Francia occidentale.

Altri tre bambini sono nati con gli stessi problemi nella città di Guidel in Bretagna tra il 2011 e il 2013.

L’autorità per la salute pubblica francese ha riferito che circa 150 bambini all’anno sono nati con malformazioni simili in Francia e ha definito la situazione “tragica”.

François Bourdillon, il direttore dall’Agenzia di sanità pubblica, ha affermato che le famiglie coinvolte sono state ascoltate dalle autorità: “Abbiamo ascoltato i genitori e i nonni e visitato le loro case. Nessun fattore ambientale – per esempio i pesticidi – può essere definito come la causa dell’incidenza delle malformazioni”.

Sulla base delle ricerche effettuate, i medici hanno deciso di chiudere le indagini.

“L’assenza di un’ipotesi circa una causa comune non permette di svolgere ulteriori indagini”, ha affermato.

La decisione è stata contestata dalla dottoressa Amar e la Remera ha così deciso di condurre una propria indagine per stabilire l’esistenza di una causa comune ai casi di malformazioni.

Sono state esclusi problemi genetici e cause riconducibili all’uso di specifici farmaci, al consumo di cibo o alcol durante le gravidanze.

“L’unica cosa che tutte le madri hanno in comune è che vivono in una zona rurale”.

Nella zona di Chalamont, sempre nel dipartimento dell’Ain, sono anche nati diversi vitelli senza code e con un numero di costole inferiore al normale, oltre ad alcuni bambini che presentano delle malformazioni.

Campagna regione lazio

La causa, secondo la dottoressa Amar, sarebbe da ricercare nei pesticidi utilizzati per l’agricoltura, ma l’agenzia non potrà continuare le ricerche a causa di una mancanza di fondi.