Me
Caso Skripal, svelata l’identità dei due sospettati per l’avvelenamento dell’ex spia russa
Condividi su:
caso skripal identità sospettati
Immagine delle telecamere di sicurezza analizzata dalla polizia

Caso Skripal, svelata l’identità dei due sospettati per l’avvelenamento dell’ex spia russa

Si tratta di Alexander Mishkin, 39 anni, medico e ufficiale dell'intelligence militare altamente decorato

09 Ott. 2018
caso skripal identità sospettati
Immagine delle telecamere di sicurezza analizzata dalla polizia

Il sito investigativo britannico Bellingcat ha rivelato l’identità del  secondo uomo sospettato per l‘avvelenamento dell’ex spia russa Skripal, avvenuto il 4 marzo 2018 a Salisbury, nel Regno Unito.

Il 5 settembre due cittadini russi sono stati accusati dal Regno Unito per il caso Skripal e contro di loro è stato emanato un mandato di arresto internazionale. Inizialmente i due erano stati identificati come Alexander Petrov e Ruslan Boshirov, ma la procura britannica aveva precisato che i nomi a loro disposizione erano probabilmente falsi.

Secondo quanto rivelato dal sito, il secondo uomo sarebbe Alexander Mishkin, 39 anni, medico e ufficiale dell’intelligence militare altamente decorato. Bellingcat è riuscito a risalire alla sua identità grazie a materiale reperito autonomamente online e a documenti trapelati in rete.

Il presidente Vladimir Putin, si legge sempre sul sito, gli aveva conferito il premio Eroe della Federazione Russa nel 2014.

In precedenza, lo stesso sito investigativo aveva già rivelato l’identità di uno dei due russi, identificato come Anatoliy Chepiga, un ufficiale dei servizi segreti anche lui decorato per meriti di guerra.

Il colonnello ha prestato servizio in Cecenia e Ucraina e nel 2014 è stato nominato “Eroe della Federazione russa”.

In una conferenza stampa, il giornalista investigativo di Bellingcat, Cristo Grozev, ha dichiarato che anche Mishkin è stato membro del GRU, il servizio di intelligence militare russa, e ha ricevuto dal presidente Putin una medaglia per le “azioni in Ucraina”.

Il sito Bellingcat ha specificato che l’uomo è stato reclutato dall’intelligence russa mentre completava gli studi di medicina.

Chi è il colonnello Anatoliy Chepiga?

Anatoliy Chepiga, 39 anni, si è formato in una delle accademie d’élite della Russia e ha servito con un’unità delle forze speciali sotto il comando del GRU, il servizio di intelligence militare della Russia.

Nel corso della sua carriera militare, ha ricevuto più di 20 per il suo servizio.

Si ritiene che si sia trasferito a Mosca nel 2009, dove gli è stata data una falsa identità come Ruslan Boshirov per lavorare sotto copertura.

Nel dicembre 2014 è stato nominato Eroe della Federazione russa. La medaglia, ricevuta in una cerimonia segreta, viene solitamente assegnata dal presidente russo in persona e probabilmente è stata data a Boshirov per il suo servizio in Ucraina.

Lui e Petrov sono sono stati visti all’aeroporto di Gatwick il 2 marzo 2018 e hanno visitato Salisbury per due giorni consecutivi, compreso il 4 marzo, il giorno dell’avvelenamento dell’ex spia russa e della figlia.

Entrambi sono tornati a Mosca lo stesso giorno.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus