Me

Lele Spedicato fuori pericolo dopo l’emorragia cerebrale. Come sta il chitarrista dei Negramaro

I medici hanno dichiarato Lele Spedicato fuori pericolo

Immagine di copertina
Emanuele Spedicato sul palco (credits Facebook Negramaro)

Emorragia cerebrale per Lele Spedicato: ricoverato in prognosi riservata il chitarrista dei Negramaro | Come sta: le sue condizioni

Lele Spedicato è stato dichiarato fuori pericolo sabato 6 ottobre. Si trova ricoverato in nel riparto i rianimazione dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce dal 17 settembre, quando il chitarrista dei Negramaro è stato colpito da un’emorragia cerebrale.

Emanuele Spedicato è cosciente e vigile, e risponde agli stimoli. Anche se lentamente, le condizioni migliorano giorno per giorno, ma i medici ancora non hanno sciolto la prognosi.

Il musicista resta intubato e tra qualche giorno potrebbe lasciare il reparto di Rianimazione. Lunedì 1 ottobre i medici con un bollettino ufficiale avevano annunciato che il musicista era tornato cosciente.

Secondo le prime ricostruzioni sarebbe stata la moglie Clio, incinta, a chiamare i soccorsi: l’ha trovato privo di sensi a bordo piscina della loro casa in Salento.

Una volta sveglio il chitarrista ha lamentato un forte mal di testa per poi perdere nuovamente i sensi.

Spedicato è grave ma non sarebbe in pericolo di vita.

Questo il bolletino medico ufficiale diffuso alle 16,45 del 17 settembre 2018:

“Emanuele Spedicato, chitarrista dei Negramaro, è ricoverato nella Rianimazione dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce. Il paziente è giunto in Pronto Soccorso questa mattina, trasportato da un’ambulanza del 118, dopo aver accusato un malore. I medici lo hanno immediatamente sottoposto ad una serie di esami diagnostici e, successivamente, ne hanno disposto il ricovero nel reparto di Rianimazione, dove è costantemente monitorato. Il quadro clinico presentato dal paziente non permette di sciogliere la prognosi, che resta riservata

Lele Spedicato: le news e gli ultimi aggiornamenti

Questo il bolletino del 18 settembre diffuso alle 15,39:

“Emanuele Spedicato ha trascorso una notte tranquilla. Il personale sanitario della Rianimazione dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce sta seguendo costantemente l’evolversi del quadro clinico, con l’ausilio di strumenti diagnostici che consentono una puntuale e approfondita valutazione. Le condizioni di salute del paziente sono attualmente stazionarie e i parametri vitali risultano buoni.  La prognosi, in ogni caso, resta riservata”
Ai componenti della band è stato permesso di vedere Lele – in coma farmacologico – per qualche minuto.

Gli stessi Negramaro hanno rotto il silenzio sui social così:

 

 

Su Twitter è partito l’hashtag #ForzaLele, in sostegno al chitarrista, alla sua famiglia e alla sua band.

Tra i tanti messaggi di solidarietà anche quelli di Jovanotti e Ermal Meta:

Campagna regione lazio

 

Lele Spedicato: chi è il chitarrista dei Negramaro

Emanuele Spedicato detto Lele è nato a Veglie, in provincia di Lecce, il 26 ottobre 1980.

È tra i fondatori del gruppo pop rock italiano Negramaro, i cui inizi risalgono al 2000.

L’esordio discografico avviene ufficialmente nel 2003 con l’album omonimo Negramaro.

Spedicato fa tuttora parte della band insieme a Giuliano Sangiorgi (voce, testi, pianoforte, chitarra), Ermanno Carlà (basso), Danilo Tasco (batteria, percussioni), Andrea Mariano (pianoforte, tastiera e sintetizzatori), Andrea ‘Pupillo’ De Rocco (campionatore, organetto).

Per ‘Mister Lele’ nel 2014 anche un featuring “in solitaria” con i Club Dogo.