Me

Viceprefetto di Roma investito e ucciso da un bus turistico in centro. “La moglie urlava disperata”

L'incidente attorno alle 11 in via Cavour

Immagine di copertina
Incidente mortale in via Cavour a Roma. Credit: Getty Images/AFP

Un uomo di 54 anni è stato investito e ucciso da un bus turistico a Roma, nelle centralissima via Cavour, poco distante dalla stazione della metro B Cavour.

L’incidente mortale è avvenuto attorno alle 11 di sabato 6 ottobre. Sul posto sono sopraggiunti, oltre ai vigili urbani, anche i sanitari del 118, ma i soccorsi sono stati inutili.

Secondo quanto riportato dal Messaggero, la vittima sarebbe il viceprefetto G.D.F., in servizio al ministero dell’Interno. A dirlo sono gli uomini della polizia locale.

A guidare il pullman era un 58enne che è stato subito fermato, mentre il bus è stato sequestrato. Portato all’ospedale San Giovanni, l’autista sarà ora sottoposto a tutte le verifiche del caso e ai test di alcol e droga.

Intanto sul luogo del sinistro sono arrivate altre pattuglie, impegnate per i rilievi scientifici. Gli inquirenti indagano ora per chiarire la dinamica dell’incidente.

La strada è stata chiusa al traffico da largo Visconti Venosta a via degli Annibaldi, come ha già annunciato Luceverde.

Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo stava attraversando in compagnia della moglie, che è stata letteralmente sfiorata dal bus, restando illesa. Il mezzo era appena ripartito dall’hotel Palatino, dove aveva lasciato un gruppo di turisti. L’impatto è avvenuto poche decine di metri più avanti, all’altezza delle strisce pedonali.

“Ho sentito le urla disperate di una donna e mi sono precipitata in strada. Davanti a me c’era una scena terribile. Penso che quell’uomo sia stato trascinato o sbalzato per qualche metro. La moglie non smetteva di urlare, di chiedere aiuto”. Queste le parole di una testimone, la titolare di un negozio che si trova proprio nel tratto di via Cavour in cui un uomo di 54 anni è stato travolto.

“Pare che attraversasse sulle strisce e fosse quasi al centro della carreggiata quando è stato travolto. Sulle strisce c’è ancora un ombrello e altri oggetti probabilmente suoi. Il suo corpo invece è finito tra due auto in sosta. Non so come sia stato possibile. Come mai non è stato visto”, ha detto ancora la donna.

Ed è sempre di oggi la notizia di un altro tragico incidente mortale. Nella notte tra venerdì e sabato, nei pressi di Bellusco, in provincia di Monza e Brianza, due persone sono state travolte e uccise da un’auto mentre percorrevano a piedi la Strada provinciale 2.

Un terzo uomo che era insieme alle due vittime è stato rintracciato, ma è illeso. A travolgere i due è stata una ragazza di 21 anni di Ornago. La ragazza, sottoposta ai test di alcol e droghe, è risultata positiva al test per l’alcol. La giovane è stata arrestata e posta ai domiciliari per omicidio stradale.

Entrambe le vittime sono cittadini marocchini. Si tratta di Aziz Oukhanekch, 38 anni, e di Youssef Oujaa, 33 anni. Appena due ore prima, i due erano a bordo di una Seat Ibiza, e il Nucleo radiomobile dei Carabinieri, in seguito a un controllo, aveva sospeso la patente al conducente perché in stato di ebbrezza.

Si tratta del terzo uomo, un 29enne anch’egli di origine nordafricana, domiciliato nel Milanese, che ora dovrà spiegare che cosa sia accaduto dopo che i due amici sono stati investiti.