Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Un ragazzo è morto dopo essere stato morso da un serpente di mare

Immagine di copertina

Un ragazzo inglese di 23 anni è morto dopo essere stato morso da un serpente di mare su un peschereccio in Australia.

La povera vittima, intorno alle ore 9 del mattino di giovedì 4 ottobre, ha tirato su una rete al largo della costa del Northern Territory, vicino all’isola Groote Eylandt, quando è stato morso dal serpente.

Immediatamente sono stati chiamati i soccorsi che però non sono stati in grado di salvare lo sfortunatissimo ragazzo. Secondo i ricercatori potrebbe essere la prima morte registrata da un serpente di mare in Australia.

Il corpo è stato quindi portato nella città continentale di Borroloola dove è stato sottoposto ad autopsia.

“Stiamo sostenendo la famiglia di un uomo britannico che è morto nel Territorio del Nord e che è in contatto con le autorità australiane”, le parole di un portavoce della British High School.

Le autorità non hanno detto quale specie avrebbe causato la morte dell’uomo.

I serpenti marini sono altamente velenosi, ma a causa del loro limitato contatto con gli esseri umani, i morsi sono relativamente rari.

L’Australia è la patria di questi animali: 30 delle 70 specie conosciute, secondo l’Australian Institute of Marine Science, vivono nel paese oceanico.

“In linea di massima sono animali molto buoni, e la gente fa sempre immersioni con loro”, le parole del professore dell’Università del Queensland, Bryan Fry, alla BBC.

“Ma in una situazione di peschereccio, dove l’animale probabilmente è stato trascinato “a forza” tramite le reti da pesca è possibile che diventi aggressivo e che morda”, ha aggiunto.

Insomma, il 23enne è stato sfortunato. Sfortunatissimo.