Me
Rischio salmonella: richiamato lotto croissant Bauli con crema di latte
Condividi su:
Salmonella lotto croissant bauli

Rischio salmonella: richiamato lotto croissant Bauli con crema di latte

05 Ott. 2018
Salmonella lotto croissant bauli

Il Ministero della salute nella giornata di ieri (3 ottobre 2018) ha pubblicato sul suo sito un comunicato con il richiamo di un lotto di croissant a lievitazione naturale con crema al latte prodotta da Bauli per rischio microbiologico.

Secondo quanto comunicato dal ministero, nel prodotto in questione è stata rilevata la presenza di Salmonella spp.

Le merendine Bauli interessate – si legge nell’avviso diffuso nella sezione del sito del ministero riservata ai richiami di prodotti alimentari – sono vendute in confezioni da 300 grammi (6×50 grammi), con il numero di lotto LA8312BR e il termine minimo di conservazione 30/11/2018.

I croissant richiamati per rischio microbiologico sono stati prodotti da Bauli Spa nello stabilimento di via Verdi 31, a Castel D’Azzano, in provincia di Verona.

Riguardo il “motivo del richiamo” del prodotto Bauli, nel comunicato il ministero parla solo di rischio microbiologico per presenza di salmonella spp.

A scopo precauzionale, il ministero della Salute raccomanda di non consumare i croissant coinvolti dal richiamo e restituirli al punto vendita d’acquisto. Supermercato, alimentari o altro.

Tutti gli altri prodotti Bauli diversi da questo indicato nell’avviso pubblicato dal ministero sono assolutamente sicuri e possono essere tranquillamente consumati.

Insomma, non c’è da preoccuparsi almeno che non siate in possesso di un pacco proveniente dal lotto incriminato.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus