Me
Elio a X Factor 2018: sarà lui a sostituire Asia Argento? Le ultime indiscrezioni
Condividi su:
ELIO A X FACTOR 2018
Per Elio sarebbe un ritorno tra i giudici di X Factor

Elio a X Factor 2018: sarà lui a sostituire Asia Argento? Le ultime indiscrezioni

Per l'artista sarebbe un ritorno sul bancone dei giudici del talent di Sky

05 Ott. 2018
ELIO A X FACTOR 2018
Per Elio sarebbe un ritorno tra i giudici di X Factor

Elio a X Factor 2018 al posto di Asia Argento? Le ultime indiscrezioni sui giudici del talent di Sky

ELIO A X FACTOR 2018 – Il tempo stringe, le voci girano, le indiscrezioni si rincorrono: X Factor 2018 parte il 6 settembre alle ore 21,15 con le audizioni. E serve un nome al posto di Asia Argento, coinvolta nello scandalo Bennett.

Per sapere chi sarà il quarto giudice bisognerà aspettare però ancora una settimana: “La decisione andrà presa entro la settimana prossima per dare la possibilità a chi entrerà di lavorare con i ragazzi”. Così Nils Hartmann, direttore delle produzioni originali Sky, ha detto durante la conferenza stampa di presentazione della dodicesima edizione di X Factor.

Ed ecco la bomba di oggi. Scrive Il Giornale in edicola:

“Per ora sono voci. Ma Elio al momento è il candidato più accreditato per il post Asia Argento nella giuria del nuovo X Factor.

Per lui sarebbe un altro ritorno nel cast del talent Sky. La nuova edizione, in parte già registrata con la decaduta paladina del #metoo tra i giudici, inizia giovedì. E domani dovrebbe essere annunciato il nome del sostituto. Il management di Elio non conferma né smentisce, ma voci autorevoli danno tra i favoriti questo artista versatile e apprezzato dal pubblico di Sky. Vedremo”.

Elio – all’anagrafe Stefano Belisari, classe 1961 – è già stato sul bancone dei giudici di X Factor, dal 2010 al 2013 e poi nel 2015, aggiudicandosi ben due edizioni, prima con Nathalie e poi con Giò Sada.

Elio a X Factor 2018: sarà lui a sostituire Asia Argento dopo lo scandalo Bennett?

Che non ci sarà Asia Argento nella prossima edizione di X Factor è ormai certo, dopo il comunicato ufficiale dei vertici di Sky e di FremantleMedia.

“Di comune accordo con Asia Argento, Sky Italia e FremantleMedia Italia hanno deciso di interrompere la collaborazione con l’artista per tutelare i concorrenti rispetto a una vicenda che è estranea a loro e al programma e che distoglierebbe l’attenzione dal vero fulcro di X Factor, la musica e il talento”, si legge nel comunicato.

In seguito al caso Jimmy Bennett infatti Sky ha diffuso un comunicato molto chiaro: in pieno accordo con la casa di produzione che firma il programma ha dichiarato che “se quanto scrive il New York Times fosse confermato, questa vicenda sarebbe del tutto incompatibile con i principi etici e i valori di Sky e dunque non potremmo che prenderne atto e interrompere la collaborazione con Asia Argento”.

Giudici X Factor 2018 Italia: i nomi in lizza al posto di Asia Argento

Esclusa l’ipotesi Morgan – ex compagno proprio di Asia ed ex coach di X Factor – negli scorsi giorni si era parlato di Simona Ventura, anche lei già conosciuta dal pubblico del talent musicale.

Il Tempo aveva inoltre lancio altri tre possibili nomiNina Zilli – cantautrice piacentina e personaggio tv, quattro festival di Sanremo all’attivo e già giudice di Italia’s Got Talent, programma prodotto dalla stessa Freemantle di X Factor – la cantante e rapper Baby K – in testa alle classifiche dell’estate 2018 con il tormentone Amore e Capoeira – e infine Malika Ayane – cantautrice milanese, cinque album e terzo posto a Sanremo 2015, sarebbe al suo esordio in tv in un ruolo simile.

Tra le voci circolate anche quelle riguardanti La Pina, storica speaker di Radio Deejay, e la popstar britannica di origine kosovara Rita Ora.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus