Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

L’ex di Chiara Ferragni: “Non riesco a capire perché The Blonde Salad abbia avuto tutto questo successo”

Riccardo Pozzoli ha 31 anni ed è un imprenditore di successo. L'influencer ha mosso i primi passi della sua impresa proprio con lui

Immagine di copertina
Riccardo Pozzoli e Chiara Ferragni. Credit: Instagram

È stato per anni il fidanzato di Chiara Ferragni, ma prima di essere questo era anche il suo partner in affari. Si chiama Riccardo Pozzoli e ha 31 anni. È stato lui a battezzare il successo della bionda più famosa dei social.

Prima delle ballerine con gli occhi, delle borse e delle cover iPhone, Chiara Ferragni aveva dato vita a un altro prodotto. Il primo, quello che l’ha lanciata nel mondo della moda a tutti gli effetti: The Blonde Salad, il blog di fashion e pop culture di Chiara Ferragni.

Sebbene oggi siano decisamente altri i canali su cui l’influencer e imprenditrice costruisce la sua carriera, i primi passi sono stati compiuti proprio lì: tra post di viaggi e consigli di moda. Lei, biondissima, immersa in una vasca da bagno piena di insalata.

La grandezza di Chiara Ferragni parte tutta da lì. Ed è lì che si inserisce lui: Riccardo Pozzoli, che torna e ritorna nei post e che, soprattutto, è il regista dietro le quinte.

Dopo tanti anni, The Blonde Salad resta uno dei siti di moda più cliccati di sempre, mentre lui – conosciuto più per essere l’ex della Ferragni che per essere un giovane imprenditore in carriera – ancora si chiede come sia stato possibile tutto il successo del sito.

Intervistato in merito all’uscita del suo libro Non è un lavoro per vecchi, edito dalla DeAgostini, Riccardo Pozzoli ha affermato: “Sono sempre stato un ragazzo fuori dagli schemi. Tutti lo dicevano fin da quando frequentavo la Bocconi. Il Blonde Salad è stata una sfida, un capriccio, non riesco a capire come e perché ha avuto tutto questo successo”.

Sulla vera natura del suo lavoro ancora si ha qualche perplessità (è lui stesso ad ammettere di non riuscire a spiegarlo a genitori e amici): “Non sono più l’amministratore delegato del blog, ultimamente ho partecipato alla campagna social per il lancio di Depop (un marketplace a portata di click) e con due soci ho potuto realizzare la Foodban”, ha aggiunto Pozzoli: “Spero che mia madre possa comprendere di cosa mi occupo”.

Lui, però, con la sua ex ha in comune anche la consapevolezza dell’importanza del web: “Ho sempre creduto nel potere di internet”, ha detto in una vecchia intervista. “I social sono un’estensione della nostra mente e, nel mio lavoro, sono e resteranno elementi fondamentali. Sono essenziali sia a livello professionale ma anche per farsi notare e mettersi in mostra”, ha concluso.