Me
Putin attacca l’ex spia russa avvelenata in Inghilterra: “Skripal è un bastardo traditore”
Condividi su:
Putin Skripal traditore
Il presidente russo Vladimir Putin. Credit: Afp / Aleksey Nikolskyi / Sputnik

Putin attacca l’ex spia russa avvelenata in Inghilterra: “Skripal è un bastardo traditore”

Il presidente russo attacca l'ex spia del Cremlino avvelenata nel sud dell'Inghilterra

04 Ott. 2018
Putin Skripal traditore
Il presidente russo Vladimir Putin. Credit: Afp / Aleksey Nikolskyi / Sputnik

Il presidente russo Vladimir Putin ha definito “spia”, “traditore” e “sporco bastardo” Sergej Skripal, l’ex spia russa avvelenata con gas nervino a Salisbury, nel sud dell’Inghilterra.

“È stato preso, punito e ha trascorso 5 anni in prigione”, ha detto Putin. “E quando abbiamo lasciato che se ne andasse, ha continuato a lavorare per i servizi segreti stranieri”.

“In ogni caso, prima finirà questa storia, meglio sarà”, ha aggiunto il presidente.

Skripal, 66 anni, e la figlia Yulia, 33, sono stati avvelenati il 4 marzo 2018 a Salisbury, dove vivono da alcuni anni.

L’ex agente del Kgb nel 2006 era stato condannato a 13 anni di carcere dalla Russia per aver passato al servizio segreto di intelligence del Regno Unito, in cambio di 100mila sterline, le identità degli agenti segreti russi che lavoravano sotto copertura in Europa.

Nel luglio 2010 fu uno dei quattro detenuti rilasciati da Mosca in cambio di dieci spie russe arrestate dall’Fbi, nell’ambito di uno scambio.

Skripal aveva ricevuto la grazia dall’allora presidente Dmitry Medvedev, oggi primo ministro, ed era subito volato nel Regno Unito, dove aveva ottenuto asilo politico.

Il caso dell’avvelenamento ha innescato un duro scontro diplomatico tra la Russia e gran parte dei Paesi occidentali.

Fin da subito il Regno Unito ha accusato Mosca di aver organizzato l’aggressione, ma il Cremlino ha sempre negato qualsiasi responsabilità.

Il 5 settembre due cittadini russi sono stati increminati dalle autorità di Londra per l’avvelenamento.

I due, contro cui è stato emanato un mandato di arresto internazionale, sono stati identificati come Alexander Petrov e Ruslan Boshirov, ma la procura ha precisato che i nomi sono probabilmente falsi.

Secondo quanto scoperto da un sito web investigativo, uno dei è un ufficiale militare che ha ricevuto una medaglia dallo stesso Putin.

Il presidente russo ha preso le difese del sospettato definendolo un semplice civile e lo stesso Boshirov, in diretta tv, ha spiegato che si trovava a Salisbury come turista.

Il sito web Bellingcat invece ha svelato che Boshirov è un ufficiale dei servizi segreti il cui vero nome è Anatoliy Chepiga.

Skripal  è stato dichiarato fuori pericolo ad aprile ed è stato dimesso il 18 maggio dall’ospedale di Salisbury. Un mese prima è stata dimessa la figlia.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus