Me

Il ministro Centinaio: “Ho tatuata una croce celtica e mi chiamano Winnie The Pooh”

Il ministro delle Politiche Agricole e del Turismo ha chiarito che non si tratta della "croce del Movimento Sociale o di gruppi di estrema destra ma di quella irlandese"

Immagine di copertina

Va a correre tutti i giorni. Ultimamente, è dimagrito: ha perso oltre venti chili e ora è arrivato a pesarne 82. Il ministro delle Politiche Agricole e del Turismo Gian Marco Centinaio si racconta senza mezzi termini ai microfoni del programma radiofonico Un Giorno da Pecoracentinaio tatuaggi croce celtica

“Vado fare una camminata veloce col Ministro Erika Stefani, il senatore Tosato e la senatrice Pucciarelli, senza scorta. Partiamo dal Senato, saliamo la scalinata di Trinità dei Monti, facciamo qualche giro di Villa Borghese e torniamo”, ha raccontato.

“Mi soprannominano ‘Guerriero’ e ‘Winnie The Pooh’, anche se sono dimagrito”, ha aggiunto.

Quella di Centinaio non è solo una passione per la corsa, ma anche per i tatuaggi: “Ho cinque tatuaggi: un ragno, un cardo sul polpaccio, poi la palla da biliardo col numero 8”.

Non solo: “Sulla spalla sinistra ho una croce celtica, non la croce del Movimento Sociale o dei gruppi di estrema destra, ma quella tutta elaborata, che si usa in Irlanda e in Scozia. Solo chi è in malafede potrebbe dire il contrario”.

E conclude: “Ho tatuata una ‘S’, di Senato, fatta nel 2013”.