Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Tesla, Elon Musk lascia la presidenza e paga una multa da 40 milioni di dollari

Dopo le accuse di frode sui titoli, c'è l'accordo con la Sec: il manager rimarrà Ceo della casa automobilistica rinunciando per tre anni alla carica di presidente

Immagine di copertina
Credit: Afp

Dopo le accuse di frode sui titoli, l’accordo c’è: Elon Musk lascerà la guida del board di Tesla e pagherà una multa da 20 milioni di dollari. Rimarrà Ceo della casa automobilistica, che pagherà a sua volta 20 milioni di dollari di multa secondo quanto previsto dal patteggiamento che – specifica la Sec, la società di controllo della borsa – deve ancora essere approvato dal Tribunale.

L’azione legale ha preso le mosse da un tweet di Musk pubblicato il 7 agosto. Nel cinguettio il manager 47enne aveva scritto di avere a disposizione “finanziamenti garantiti” per privatizzare la casa automobilistica a 420 dollari per azione. La sua dichiarazione aveva causato un breve picco nel prezzo delle azioni dell’azienda che, a fine giornata, erano salite fino a sfiorare i 380 dollari, prima che Musk tornasse sui suoi passi.

La Sec, nella denuncia depositata presso un tribunale di New York, aveva stabilito che le dichiarazioni di Musk erano “false e ingannevoli” e aveva ribadito che il Ceo, tra i più rinomati executive delle società high-tech, “sapeva di non aver mai discusso della privatizzazione a 420 dollari per azione con alcuna potenziale fonte di finanziamento”.

Musk rinuncerà alla carica di presidente per un periodo di tre anni e al suo posto andrà un “presidente indipendente”. Inoltre, ha deciso la Sec, Tesla dovrà nominare “due direttori indipendenti”, un comitato di direzione e dovrà “mettere in atto procedure e controlli aggiuntivi per monitorare le comunicazioni di Musk”.

I 40 milioni di dollari della multa, una volta incassati, saranno “redistribuiti tra gli investitori che hanno ricevuto un danno” dalle dichiarazioni di Musk, e verranno individuati da un tribunale.

“Il pacchetto di misure ha come obiettivo quello di rafforzare la governance di Tesla e prevenire ulteriori instabilità del mercato e colpi agli azionisti di Tesla”, ha affermato Stephanie Avakian, co-direttore della Sec.

La tempesta su Musk e Tesla si verifica nel momento in cui la casa automobilistica è impegnata nel lancio della vettura Model 3, che sta registrando difficoltà. Dopo aver raggiunto a giugno l’obiettivo (inseguito e rimandato da dicembre 2017) delle 5mila Model 3 a settimana, Musk aveva rilanciato: asticella a 6mila entro la fine di agosto. Negli ultimi sette giorni del mese, le Model 3 uscite dalla fabbrica sarebbero state 4.300.