Me
Una donna si è presentata al matrimonio del suo amante vestita da sposa | VIDEO
Condividi su:
matrimonio amante vestita da sposa
L'amante si presenta al matrimonio vestita da sposa

Una donna si è presentata al matrimonio del suo amante vestita da sposa | VIDEO

30 Set. 2018
matrimonio amante vestita da sposa
L'amante si presenta al matrimonio vestita da sposa

Una donna si è presentata all’altare con un lungo abito bianco, il volto e le spalle coperti dal velo. Una sposa come tante? No, affatto.

La donna infatti non era la promessa sposa dell’uomo presente in chiesa, ma l’amante che ha quindi deciso di rovinare quello che doveva essere il giorno più bello per il partner in un modo piuttosto plateale.

Il fatto è avvenuto a Benoni, in Sudafrica. Scena surreale che è stata filmata da uno degli invitati che ha postato il video su Twitter dove è diventato subito virale.

Il matrimonio dove l’amante si è presentata vestita da sposa

“L’amante è piombata al matrimonio indossando un abito da sposa. Lo sposo sta cercando di calmare la situazione”, la descrizione del video in cui si vede per un tratto anche la vera sposa che ferma all’altare osserva la situazione. Si sentono gli ospiti urlare in sottofondo, alcuni incoraggiano persino la donna.

Su Twitter la donna protagonista della “scenata” ha poi ricevuto diversi commenti positivi: in molti si sono schierati dalla sua parte.

“Tutti gli uomini che tradiscono dovrebbero avere un’amante del genere”, ha scritto un utente. “Questa donna è una leggenda”, ha commentato un altro. “Ha fatto benissimo, onore a lei” e così via.

Insomma, i social si sono schierati con lei. In molti poi si sono domandati come sia andata a finire: il matrimonio è saltato? Cosa ha fatto la sposa vera? La donna è stata allontanata? Cosa ha fatto lo sposo? Domande a cui, per ora, nessuno ha saputo rispondere. Peccato.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus