Me
L’incredibile attacco della foca “armata” di polpo al ragazzo sul Kayak | VIDEO
Condividi su:
Attacco foca polpo video

L’incredibile attacco della foca “armata” di polpo al ragazzo sul Kayak | VIDEO

26 Set. 2018
Attacco foca polpo video

Particolare disavventura per Kyle Mulinder, un ragazzo neozelandese che era uscito in Kayak al largo dell’isola di Kaikoura, in Nuova Zelanda, con alcuni colleghi, per provare la nuova GoPro.

“Eravamo in mezzo all’Oceano e all’improvviso dall’acqua emerge questa foca – le sue parole ai media locali -. Stringeva un polpo in bocca”.

All’improvviso la foca getta l’animale contro Kyle e sparisce nelle profondità dell’Oceano lasciando la “vittima” esterrefatta. “E’ stato stranissimo. E’ successo tutto così velocemente”, ha raccontato Mulinder.

Fortunatamente Kyle non ha riportato alcun danno. Solo uno schiaffone un po’ particolare.

IL VIDEO DELL’ATTACCO:

Un calamaro gigante è stato ritrovato su una spiaggia a Wellington, in Nuova Zelanda

Tre fratelli neozelandesi appassionati di immersioni – Daniel, Jack e Matthew Aplin – stavano camminando su una spiaggia della costa sud di Wellington, in Nuova Zelanda quando si sono imbattuti in uno spettacolo a dir poco fuori dal comune: un calamaro gigante di 4,5 metri arenato sulla spiaggia.

“Mio fratello ha detto ‘cosa c’è laggiù?’ e l’ha indicato”, ha raccontato Daniel a Newstalk ZB. “Era proprio vicino al passaggio quindi ci siamo avvicinati e abbiamo detto: ‘È un grandissimo calamaro'”.

Dopo aver finito le proprie immersioni, Daniel Alpin ha detto che lui e i fratelli sono tornati alla spiaggia con un metro per misurare la grandezza del calamaro: 4,2 metri.

I fratelli hanno detto di aver avvistato qualche squalo nella zona in passato, ma di non essersi mai imbattuti durante le proprie immersioni in una bestia simile.

Gli avvistamenti di calamari giganti in Nuova Zelanda in passato si sono rivelati spesso essere bufale, e internet pullula di leggende metropolitane che li riguardano, ma in questo caso a confermare il ritrovamento è stato il portavoce del Department of Conservation neozelandese.

Confermando che con ogni probabilità ci si trovava davanti a un esemplare di Architeuthis dux – o, più semplicemente, di calamaro gigante – il portavoce ha detto che in effetti questi animali sono già apparsi sulle coste neozelandesi in passato: “Non è comune, ma non è neanche raro”.

QUI LA FOTO

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus