Me
Carabiniere dà fuoco ai peluche della figlia e la chiude nella casa avvolta dalle fiamme
Condividi su:
carabiniere incendio peluche figlia
Non ha accettato la fine del matrimonio con l'ex moglie e si è vendicato dando fuoco ai peluche della figlia. Credit: Getty Images

Carabiniere dà fuoco ai peluche della figlia e la chiude nella casa avvolta dalle fiamme

Si è trattato di una vendetta: l'uomo non avrebbe accettato la separazione dall'ex moglie

24 Set. 2018
carabiniere incendio peluche figlia
Non ha accettato la fine del matrimonio con l'ex moglie e si è vendicato dando fuoco ai peluche della figlia. Credit: Getty Images

L’ha fatto per vendetta: ha dato fuoco ai peluche della figlia facendo sfiorare la tragedia. È successo in provincia di Brescia, a Passirano, domenica 23 settembre. Protagonista dei fatti è un carabiniere forestale che ha prima appiccato l’incendio in casa e poi ha lasciato l’appartamento senza alcun rimorso, apparentemente.

Ma la follia dell’uomo non si è fermata lì. Infatti, dopo aver dato alle fiamme l’appartamento, l’uomo prima di lasciare l’abitazione ha chiuso in casa la figlioletta e altri parenti e ha appositamente spezzato la chiave nella serratura per evitare che chi era all’interno dell’appartamento riuscisse ad uscirne. Intanto le fiamme iniziavano a divorare la casa.

Una volta fuori dall’abitazione, però, l’uomo deve aver ripreso coscienza di quanto aveva appena fatto, è tornato indietro e ha immediatamente chiamato i vigili del fuoco.

Una volta sul posto, i soccorsi hanno spento le fiamme e tratto in salvo i familiari dell’uomo, intrappolati dalle fiamme. Lui, un carabiniere forestale, si è dichiarato colpevole, è stato arrestato e condotto in caserma.

Secondo quanto dichiarato dai vigili del fuoco, l’appartamento sarebbe andato completamente distrutto dall’incendio e la famiglia non potrà tornarvi a vivere. Ad andare distrutte sarebbero la camera da letto della figlia, il salotto e l’atrio dell’appartamento. I carabinieri hanno nel frattempo aperto un’indagine per capire le dinamiche dei fatti.

Alla base del gesto inspiegabile del carabiniere ci sarebbe l’incapacità di accettare la fine del matrimonio con la moglie. La separazione era stata particolarmente dolorosa per l’uomo, tanto da spingerlo a vendicarsi con l’incendio.

Le persone rimaste intrappolate nella casa di Passirano non hanno subito gravi conseguenze o ferite. Non è chiaro, inoltre, se all’interno dell’abitazione ci fosse anche l’ex moglie del carabiniere.

Quello su cui gli inquirenti si stanno focalizzando ora è capire se anche in passato avesse mostrato un atteggiamento violento nei confronti della figlia minorenne e della sua famiglia.

 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus