Me

La Casa Bianca annuncia una stretta sulle Green Card

Immagine di copertina

Green card Stati Uniti – Stretta sulle Green Card negli Stati Uniti. Ad annunciarlo è la Casa Bianca che vuole introdurre nuove regole sull’immigrazione: niente permesso di soggiorno illimitato a chi usufruisce già di benefici pubblici come l’assistenza alimentare o i buoni per l’alloggio.

A riportare la notizia è il New York Times, spiegando che le nuove regole potrebbero avere conseguenze su milioni di persone che vivono per lo più in condizioni di povertà e che saranno costrette a scegliere tra gli aiuti per il cibo e la casa e l’ottenimento della green card, l’autorizzazione rilasciata dagli Usa che consente a uno straniero di risiedere sul suolo americano per un periodo di tempo illimitato.

Che cos’è la Green Card

La Green Card, il cui nome ufficiale è Permanent Resident Card, è il permesso di soggiorno rilasciato dalle autorità statunitensi agli stranieri che vogliono trasferirsi negli Usa per un periodo indefinito.

L’autorizzazione, valida per dieci anni e rinnovabile, può essere ottenuta tramite richiesta di un parente (coniugi, genitori, fratelli o figli) già in possesso della cittadinanza statunitense, di un datore di lavoro attivo nei confini nazionali o attraverso l’iscrizione al Diversity Visa Program.

Le persone in possesso della Green Card godono di buona parte dei benefici e diritti dei cittadini statunitensi, ma non possono votare alle elezioni presidenziali o amministrative.

Cinque anni dopo aver ottenuto il permesso di soggiorno, le persone in possesso di Green Card possono richiedere la cittadinanza americana.

Il Diversity Immigrant Program

Noto anche come Green Card Lottery, il Diversity Immigrant Program è stato introdotto nel 1990 con l’Immigration Act firmato dal presidente repubblicano George H. W. Bush.

Il programma, gestito dal dipartimento di Stato, consiste in una vera e propria lotteria che ogni anno mette a disposizione 55mila Green Card solo per soggetti provenienti da paesi con un basso tasso di immigrazione negli Stati Uniti.

La partecipazione è gratuita ma vincolata da precisi limiti e requisiti: oltre a dover dimostrare di provenire da un paese poco rappresentato nel paese e non avere familiari già residenti negli Usa, è necessario aver portato a termine un percorso di studi di 12 anni o maturato un’esperienza lavorativa di almeno 24 mesi in un settore professionale specifico.

Due anni dopo l’iscrizione, chi ha fatto richiesta di permesso di soggiorno può sapere se è stato selezionato consultando la lista dei 125mila vincitori. Tra questi, però, avranno la precedenza i primi 55mila classificati, cui verrà consegnato il permesso di soggiorno che permetterà loro di vivere, studiare e lavorare in territorio statunitense in maniera regolare.

Milioni di persone ogni anno partecipano al Diversity Immigrant Program: il record è stato registrato nel 2010, quando addirittura 15 milioni di persone presentarono domanda per la lotteria della Green Card.

Per quanto riguarda il 2018, sono già quasi 14 milioni coloro che hanno avanzato la loro candidatura.