Me
Padre accompagna il figlio 15enne e la fidanzatina al parco a fare sesso
Condividi su:
padre figlio parco sesso
Un padre 53enne ha accompagnato il figlio adolescente a fare sesso al parco. Credit: Getty Images

Padre accompagna il figlio 15enne e la fidanzatina al parco a fare sesso

Laurence Mitchell ha pensato che non ci fosse nulla di male a portare il figlio adolescente e la ragazza al parco di sera. Ora è accusato di favoreggiamento di rapporti sessuali tra due minorenni

20 Set. 2018
padre figlio parco sesso
Un padre 53enne ha accompagnato il figlio adolescente a fare sesso al parco. Credit: Getty Images

Laurence Mitchell non si è fatto nessun problema quando il figlio di quindici anni gli ha chiesto di accompagnarlo prima a prendere la sua fidanzatina e poi di portarlo al parco di St Lucie. padre figlio parco sesso

Eppure sapeva bene che le intenzioni del ragazzino erano quelle di andare a infrattarsi con la ragazza. I fatti si svolgono in Florida, dove un padre molto “attento” alle esigenze del figlio nel pieno del boom ormonale ha deciso di assecondare le volontà dell’adolescente.

Una volta accompagnati i due giovanissimi amanti a copulare nel verde del parco, Laurence Mitchell si è appostato in un parcheggio e ha aspattato paziente che i due finissero. Tranquillo, anche se era ormai sera inoltrata, l’uomo non ha fatto una piega.

Probabilmente il 53enne non ci ha trovato nulla di sbagliato e così ha lasciato che la giovane coppietta facesse ciò che voleva fare. Dello stesso parere, però, non erano i gentori di lei, che, anzi, avevano chiesto alla ragazzina di non andare al parco a quell’ora col figlio di Mitchell.

Una svista che è costata decisamente cara al 53enne. Infatti, per aver ignorato quanto chiesto dalla famiglia della ragazza e, soprattutto, per aver accompagnato i due minorenni al parco a quell’ora, Laurence Mitchell è accusato oggi di favoreggiamento di rapporti sessuali tra due minorenni.

La sfortuna del 53enne è stata che attorno alle 23.30, un’auto della polizia ha notato Mitchell stazionare fermo nel parcheggio, senza far nulla. Insospettiti, gli agenti si sono avvicinati e hanno chiesto spiegazioni all’uomo.

Lui, con nonchalance, pare abbia risposto: “Ho accompagnato mio figlio e la ragazza per permettere loro di fare le loro cose”.

Che cosa intendeva esattamente con quella frase? “Così, quello che fanno i bambini”, ha risposto senza problemi l’uomo. Nel momento in cui gli è stato chiesto perché avesse portato la ragazza in un parco al buio senza che i genitori di lei dessero il permesso, lui ha risposto: “Ci sono cose peggiori rispetto a quello che stanno facendo lei e mio figlio. Non sono mica andati a rubare, stanno solo facendo l’amore”.

La situazione è peggiorata quando i due giovani sono sbucati fuori dalle fratte, probabilmente al termine dell’atto sessuale. A quel punto gli agenti hanno chiesto agli adolescenti che cosa stessero facendo nel parco a quell’ora e il ragazzino ha pensato bene di contribuire ad aumentare il clima già teso rispondendo male agli agenti.

Il 15enne ha poi confermato che il padre li avesse accompagnati nel parco senza specificare però se l’uomo sapesse o meno cosa esattamente fossero andati a fare.

A quel punto, però, per Laurence Mitchell non c’è stata alternativa: l’uomo è stato condotto al carcere della St Lucie County e poi rilasciato sotto cauzione di 750 dollari. La settimana prossima dovrà essere giudicato in tribunale per aver favorito rapporti sessuali tra minorenni.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus