Me

Verona, esplosione in un centro di accoglienza per migranti: un ferito

Evacuate 50 persone: non si esclude la natura dolosa

Immagine di copertina

Nella notte tra martedì 18 e mercoledì 19 settembre 2018 c’è stata un’esplosione in un palazzo che ospita un centro di accoglienza con 24 migranti richiedenti asilo a San Martino Buon Albergo, in provincia di Verona.

Si registra un solo ferito: un passante colpito dai vetri delle finestre andati in frantumi.

L’uomo è stato trasportato in codice giallo al Polo Confortini, ospedale di Verona.

Cinquanta persone sono state evacuate dallo stabile, situato in via XX Settembre e composto di 25 appartamenti.

Al momento sono al vaglio tutte le ipotesi relative all’origine delle fiamme e non si esclude la natura dolosa.

Il boato è stato avvertito a diversa distanza dal luogo dell’esplosione.

L’incendio si è sviluppato al piano terra, nei locali che ospitano un rivenditore di moto e una sala slot. Entrambi i locali risultano devastati dalle fiamme.

Sul posto sono subito intervenuti i vigili del fuoco, i carabinieri e la polizia.

Il palazzo sarà posto sotto sequestro per consentire gli accertamenti del caso.

“Poteva essere una strage”, ha dichiarato al quotidiano veronese L’Arena il sindaco di San Martino, Franco De Santi, accorso sul posto.

Notizia in aggiornamento