Me

La risposta di Macron al giovane disoccupato: “Per trovare lavoro basta attraversare la strada” | VIDEO

Il presidente francese al centro delle polemiche per come ha risposto alla richiesta d'aiuto di un 25enne

Immagine di copertina

Il presidente francese Emmanuel Macron è finito al centro delle polemiche per un video che lo riprende mentre risponde alla richiesta d’aiuto di un giovane disoccupato.

“Basta attraversare la strada e un lavoro lo trovi”, ha detto il presidente al ragazzo.

Il filmato è stato girato venerdì 15 settembre 2018 a Parigi, all’esterno dell’Eliseo, ed è stato diffuso dal sito d’informazione Brut.

Macron si era fermato a conversare con alcuni giovani. Un ragazzo che ha affermato di avere 25 anni lo ha attaccato: “Voi non avete fatto niente per noi”, ha detto.

“Io non mi posso occupare di ognuno, ma ho assunto dei provvedimenti affinché chiunque possa trovare un lavoro”, ha risposto il presidente.

Macron ha poi chiesto al giovane se è iscritto al centro per l’impiego e il ragazzo ha risposto di sì. “Ho anche inviato molti curricula e lettere motivazionali”, ha aggiunto, specificando di aver cercato lavoro in diverse città.

“Se sei motivato, negli hotel, nei bar, nei ristoranti, non c’è un posto in cui vado in cui mi dicono che non cercano personale”, ha replicato il presidente. “Attraverso la strada e te lo trovo io un lavoro. Negli hotel, nei bar, nei ristoranti cercano solo gente pronta a lavorare”.

In Francia il tasso di disoccupazione registrato a giugno 2018 è pari al 9,1 per cento, mentre la disoccupazione giovanile è a quota 20,4 per cento: nel 2018 entrambi i dati risultano essere in calo rispetto agli anni precedenti.

In Francia 9 milioni di persone, pari al 14 per cento della popolazione, vivono sotto la soglia di povertà.

Nei giorni scorsi, il 13 settembre, il presidente Macron ha annunciato l’introduzione entro il 2020 di un reddito universale per “garantire una soglia minima di dignità a tutti”.

La misura fa parte di un più ampio  Piano anti povertà che prevede lo stanziamento di 8 miliardi di euro nei prossimi 4 anni.

“La Repubblica è fatta di lotte impossibili, ma ogni volta le abbiamo raccolte. In una sola generazione possiamo sradicare la grande povertà nel nostro Paese. È un’ambizione estrema che ci dobbiamo assumere con molta umiltà, tirando le somme dei nostri errori, io per primo. Non lo avrei detto qualche mese fa. Ma se non è la Francia a portare avanti questa lotta, nessuno lo farà. Quindi la porteremo avanti”, ha dichiarato Macron.

Già nei mesi precedenti il presidente era finito al centro delle polemiche per un video che lo riprendeva mentre riprendeva duramente con un giovane che lo aveva chiamato “Manu” e gli aveva cantato in faccia l’inno socialista.