Me

YouTube Kids è arrivato in Italia

Immagine di copertina

YouTube Kids è una nuova app di Google indipendente dalla piattaforma video YouTube pensata apposta perché i bambini possano navigare in sicurezza.

Gregory Dray, responsabile del dipartimento Kids, Family and Education di YouTube per Europa, Medio Oriente e Africa, ha presentato la nuova app raccontando come porti alle famiglie una ricchezza di contenuti senza precedenti e un’esperienza più sicura, grazie a molteplici opzioni di controllo da parte dei genitori e all’utilizzo di sistemi automatizzati per scegliere contenuti adatti ai più piccoli.

“Apprezziamo l’impegno di Google per rendere la navigazione online un’esperienza sicura anche per i più piccoli, ma sappiamo che affinché tali sforzi siano efficaci è necessario un dialogo costante con le istituzioni. Per questa ragione, da molti anni Polizia Postale e Google collaborano per garantire agli utenti un ambiente online sicuro e positivo”, ha invece affermato Nunzia Ciardi, direttore del servizio Polizia postale e delle comunicazioni, nel presentare il nuovo servizio.

La versione italiana di YouTube Kids – dallo scorso 12 settembre disponibile gratuitamente per il download su Google Play e su App Store – porta in primo piano moltissimi dei migliori contenuti in italiano per bambini, come le Winx, i Mini Cuccioli, il camioncino Leo, le macchinine colorate, la Cucina dei Piccoli e le canzoni di Coccole Sonore. Youtube Kids supporta inoltre i video 360.

“Si guarda con differenza ciò che non si conosce” ha dichiarato Daniele Grassucci del sito Skuola.net “Allo stesso modo la rete viene vista dagli adulti come una sorgente più di rischi che di opportunità per le giovani generazioni. Native digitali. Che oggi, ma soprattutto domani, verranno immerse in un mondo sempre più connesso. Così risulta necessario non demonizzare ma imparare ad usare gradualmente gli strumenti e le opportunità. Youtube kids rientra perfettamente in questo approccio e siamo convinti che sia necessario, per questo motivo, sostenere iniziative del genere.”

Tra le principali caratteristiche dell’app, una grafica giocosa e coinvolgente, con immagini grandi e icone ben visibili che rendono semplice anche per i più piccoli utilizzare l’app. Una funzione di ricerca vocale, in modo che i bambini possano trovare i video che desiderano anche se non sanno ancora leggere o scrivere.

La novità più importante sono in ogni caso i contenuti incentrati sulla famiglia: si tratta soprattutto di una versione di YouTube più sicura, dove i bambini possano scatenare la propria fantasia e la propria curiosità. I canali e le playlist sono divisi in quattro diverse categorie: Programmi, Musica, Impara ed Esplora. Cercate video che possano interessare tutta la famiglia: dai segreti del pianeta rosso su NatGeo TV, ai vostri episodi preferiti di Atomic Betty.

I partner YouTube proporranno delle raccolte di canali affidabili su una varietà di argomenti, dalle arti e mestieri alla musica, allo sport, all’apprendimento e molto altro ancora. Questo renderà più facile per i genitori selezionare solo le raccolte di canali e gli argomenti ai quali desiderano che i loro figli abbiano accesso sulla app. Per farlo, basta andare in Impostazioni profilo e selezionare da Raccolte disponibili.

La modalità contenuti approvati dai genitori consente ai genitori stessi di selezionare quali contenuti dell’app (canali o video) rendere disponibili ai propri figli. Per coloro che desiderano abilitare questa funzione, basta aprire le Impostazioni, andare al profilo del bambino e selezionare la voce “solo contenuto approvato”.

I genitori potranno inoltre scegliere se lasciare libera l’esplorazione dell’app ai propri figli, abilitando la ricerca per avere accesso a milioni di video per tutta la famiglia, o disabilitatela per limitare l’esperienza dei vostri figli a una serie di video più ristretta. In ogni caso, sono i genitori a decidere qual è l’esperienza giusta per la famiglia.

Se il timore è che i bambini passino troppo tempo di fronte all’app, sarà possibile integrare  un timer integrato che limita il tempo passato bambini davanti allo schermo. L’app avvisa quando la sessione si conclude, in modo che non debbano necessariamente farlo i genitori.