Me

Crozza interpreta Salvini: “La domanda è una sola. Hai Twitter?”

Il comico torna il 28 settembre con il suo programma satirico e nel mentre sono state diffuse le sue interpretazioni di Danilo Toninelli e di Matteo Salvini

Immagine di copertina

Il comico Maurizio Crozza torna il 28 settembre 2018 con una nuova stagione del programma “Fratelli di Crozza”.

In attesa dell’inizio dello show in onda sul canale Nove sono stati lanciati  dei nuovi spot pubblicitari con alcune anticipazioni e due nuove imitazioni.

Dopo aver impersonato il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, Crozza ha deciso di interpretare il personaggio di Matteo Salvini.

Nel nuovo sketch, il comico si rivolge ai suoi sostenitori radunatisi in piazza Venezia a Roma dal balcone reso celebre da Mussolini.

Completo scuro, medaglie militari e cellulare in mano, Salvini-Crozza è come sempre in diretta social per parlare con i suoi follower della rete.

“Italiani di Twitter, di Facebook, di Instagram, l’ora delle dirette social è giunta”, dice il “ministro” dell’Interno, circondato da cuori, pollici in su, faccine che ridono o sorridono tipiche delle dirette.

“La domanda ormai è una sola, categorica, irrevocabile, impegnativa per tutti”, tuona Salvini-Crozza dal balcone di palazzo Venezia.

“Hai twitter?”, chiede il comico, a cui fa eco la folla radunata in piazza con il braccio alzato per reggere il cellulare e fare anche loro una diretta social.

“Bacioni”, è l’ultimo messaggio del ministro prima di salutare i follower, sia reali che virtuali.

Maurizio Crozza ha anche interpretato in chiave ironica il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli.

“Con grande entusiasmo vi saluto e con altrettanto entusiasmo vi faccio notare che dopo pochi mesi abbiamo già scoperchiato la mangiatoia di questi signori dell’asfalto, che devono restituire i soldi ai cittadini”, afferma Crozza-Toninelli, in riferimento al crollo del ponte di Genova e alla minaccia del governo di revocare la concessione alla società Autostrade.

“Questa mangiatoia è finita, siamo alla ricerca di nuove mangiatoie…”, continua il “ministro”, che viene però interrotto nel suo discorso da Andrea Zalone.

“Come quelle della Lega”, gli contesta infatti Zalone, che da sempre interpreta l’intervistatore negli sketch di Maurizio Crozza.

“Ma la Lega è vecchia politica”, lo rincalza Zalone, riferendosi alla notizia del tribunale del Riesame di Genova che ha accolto il ricorso della procura sul sequestro dei 49 milioni di euro della Lega.

“Sì, ma non c’è ancora l’entusiasmo per cagargli il c**** alla Lega”, è la risposta del “ministro” alle parole del commentatore.