Me

A Torino ha aperto il bordello con le “sex dolls” in silicone: dopo due giorni è già in overbooking

Ancora prima di iniziare LumiDolls Torino si è trovata a fare i conti con una pioggia di telefonate ed email di prenotazioni

Immagine di copertina

Lunedì 3 settembre a Torino ha aperto la prima casa d’appuntamento dove a intrattenere i clienti non saranno donne (o uomini), ma bambole.

Dietro l’esperimento c’è LumiDolls, una società che offre intrattenimento ludico-sessuale con sex doll.

All’interno della casa di appuntamenti è possibile trovare sei bambole in silicone donne e un maschio, per la modica cifra di 100 euro all’ora.

Naturalmente tutte le bambole in silicone sono diverse l’una dall’altra, con colore di pelle – occhi e capelli differenti e lingerie di alta qualità che viene cambiata ad ogni appuntamento.

L’attività, tanto chiacchierata per tutto il mese di agosto, trova posto in un complesso del quartiere Mirafiori.

La notizia che ha fatto maggiormente scalpore sulla vicenda di questa casa di appuntamenti con bambole erotiche, però, riguarda le prenotazioni.

Ancora prima di iniziare, infatti, LumiDolls Torino si è trovata a fare i conti con una pioggia di telefonate e e-mail di prenotazioni.

Tutti coloro che si sono già riservati un posto all’interno della nuova casa chiusa hanno fatto raggiungere il tutto esaurito fino alla metà del mese di ottobre. Per un mese e mezzo, dunque, non c’è più disponibilità.

Una novità che ha colpito e diviso l’opinione pubblica e che in breve tempo è diventata nota in tutta Italia.

Non solo per la stravaganza, ma anche perché, in tutto il Paese, sono iniziate a fioccare le richieste di concessione dell’attività. Sembra, infatti, che in Italia saranno aperti altri quaranta locali, che proporranno il medesimo servizio.

Le case di appuntamenti con sex dolls in Europa

Strutture simili a quella che aprirà a Torino erano già nate in altre città d’Europa. In Spagna e in Germania, ad esempio, è da qualche anno che si sente parlare delle case di appuntamento con sex dolls.

Un mercato, quello del mondo delle sex dolls, che da qualche anno a questa parte ha visto una impennata non indifferente. Sia nella produzione che nelle vendite. “Per adesso ciò che manca sono le relazioni sociali ed emotive con le bambole, ma presto avremo anche quelle. Sarà il business del futuro”, fanno sapere dalla stessa società che aprirà in Italia e che all’estero offre i suoi servizi.

Intanto, al di là della struttura che sta per aprire in Italia, sul sito di LumiDolls è possibile anche acquistare
le bambole. I prezzi dei manichini vanno dai settecento ai duemila dollari . Il prezzo varia, ovviamente, a seconda delle caratteristiche delle bambole.