Me
Furto in casa dei genitori di Salvini: presi i ladri
Condividi su:
furto genitori salvini
Matteo Salvini

Furto in casa dei genitori di Salvini: presi i ladri

L'appartamento dei genitori di Salvini era stato svaligiato nella notte tra il 15 e il 16 agosto

30 Ago. 2018
furto genitori salvini
Matteo Salvini

Sono stati fermati i presunti ladri che, nella notte tra il 15 e il 16 agosto, avevano svaligiato l’appartamento dei genitori del ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Si tratta di cinque persone provenienti dalla Georgia. A quanto si apprende, si tratterebbe di ladri professionisti che avevano già commesso furti in altri sette appartamenti nel quartiere di Primaticcio, a Milano.

Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, i cinque erano in procinto di lasciare Milano e tornare in Georgia. Si tratterebbe infatti di malviventi professionisti che si trasferiscono all’estero per brevi periodi per compiere alcuni furti e poi tornare in patria.

È una modalità usata di frequente dalle organizzazioni criminali georgiane: un “basista” fornisce un appoggio nel paese estero, ospita i ladri per il tempo necessario per svaligiare alcuni appartamenti e subito dopo i malviventi fanno ritorno in Georgia.

In seguito al furto a casa dei genitori di Salvini, la polizia aveva svolto indagini per capire se dietro il fatto ci fossero motivazioni politiche. L’ipotesi è stata però rapidamente esclusa, poiché anche l’appartamento al piano superiore risultava svaligiato.

L’inchiesta, coordinata dal pubblico ministero David Monti e del procuratore aggiunto Laura Pedio, è stata piuttosto rapida. In 10 giorni gli inquirenti sono riusciti a individuare il covo dove si nascondeva la banda.

All’interno dell’appartamento è stata recuperata anche una parte della refurtiva: pezzi di argenteria e banconote sottratte da una cassaforte. Altri oggetti rubati erano invece già stati messi nel circolo della ricettazione.

L’appartamento, durante la notte in cui è avvenuto il furto, era vuoto: i genitori di Salvini si trovavano infatti fuori città per trascorrere alcuni giorni di vacanza. Una volta tornati a casa, hanno denunciato il furto e da lì è scattata l’indagine.

I ladri sono stati catturati dopo che due di loro, nei giorni scorsi, erano stati fermati per un controllo a campione in un supermercato.

Leggi anche: Diciotti, si aggrava la posizione di Salvini: la procura formula nuove accuse

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus