Me
“Katy Perry è stata stuprata da un produttore”, la cantante convocata in tribunale
Condividi su:
katy perry nega stupro
La popstar Katy Perry. Credit: Getty Images

“Katy Perry è stata stuprata da un produttore”, la cantante convocata in tribunale

La battaglia legale in corso tra il produttore e la popstar Kesha ha coinvolto anche la cantante, tirata in ballo in uno scambio di messaggi tra Kesha e Lady Gaga

29 Ago. 2018
katy perry nega stupro
La popstar Katy Perry. Credit: Getty Images

Katy Perry ha negato l’accusa di essere stata violentata dal  Luke, secondo una deposizione di lunedì scorso e inerente alla battaglia legale in corso tra il produttore e la popstar Kesha.

Nei documenti del tribunale ottenuti da People, la deposizione di Perry dal 21 luglio 2017 rivela infatti che la cantante, 33 anni, ha ripetutamente respinto l’accusa che è stata resa pubblica come parte della denuncia di diffamazione che il produttore ha fatto nei confronti di Kesha, che lo ha accusato di violenza sessuale.

Il team di avvocati del producer aveva precedentemente accusato Kesha di aver diffuso la voce che il produttore avesse violentato Katy Perry.

“La falsa narrazione che Kesha ha creato di essere stata violentata è stata ampiamente accettata, danneggiando irreparabilmente la reputazione del dottor Luke. Compilando questo atto malevolo, nel 2016, Kesha ha detto a Lady Gaga che il dottor Luke avrebbe stuprato Katy Perry. Cosa oltraggiosa e falsa”, hanno detto gli avvocati del produttore nella dichiarazione di lunedì.

“Katy Perry ha testimoniato sotto giuramento che il dottor Luke non l’ha mai violentata”, si legge ancora nelle dichiarazioni dei legali del produttore.

“Indipendentemente da ciò, Kesha si è rifiutata di scusarsi. Invece, ha rilasciato un comunicato stampa che ancora una volta suggeriva irresponsabilmente che Katy Perry fosse stata violentata dal dottor Luke”, continuano.

“Sembra che Kesha volesse perpetuare la falsità che il dottor Luke ha violentato Katy Perry “, si legge ancora nella dichiarazione.

Nella sua risposta, rilasciata sempre lunedì, Kesha ha negato di aver fatto tali affermazioni.

“Per quanto riguarda l’affermazione del dottor Luke che Kesha lo avesse diffamato affermando falsamente di aver anche violentato Katy Perry, Kesha non ha mai affermato di avere alcuna conoscenza di presunti aggressioni ai danni di Katy Perry (che la signora Perry ha negato in una deposizione successiva)”, hanno detto gli avvocati di Kesha.

“Ma, per essere chiari, il dottor Luke ha fatto causa a Kesha basandosi su un messaggio privato che Kesha ha inviato a Lady Gaga nel 2016, poco dopo che il CEO di Interscope John Janick aveva detto a Kesha e Lady Gaga di aver sentito una voce secondo cui il dottor Luke avesse abusato di Katy Perry”, continuano gli avvocati.

“La dichiarazione del signor Janick è stata discussa privatamente tra i due amici e non sarebbe mai diventata pubblica. Poi il dottor Luke ha deciso di renderla nota a milioni di persone nella sua denuncia del 2017 contro Kesha. Questa affermazione di diffamazione, basata su un messaggio di testo privato sulla dichiarazione di terzi, è anche frivola”, hanno concluso.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus